Home Mercato Google HTC: definitivo l’accordo su ingegneri e brevetti

Google HTC: definitivo l’accordo su ingegneri e brevetti

Come da copione, si è conclusa l’acquisizione da parte di Google di una sostanziosa porzione di HTC. La notizia dell’accordo tra le due aziende, che aveva raggiunto l’ufficialità lo scorso mese di settembre, prevede il passaggio di circa 2.000 persone da HTC a Google a fronte di una transazione di 1,1 miliardi di dollari. Si tratta di una parte degli sviluppatori che si sono occupati della progettazione degli smartphone della linea Pixel. Google acquisisce anche una licenza non esclusiva per la proprietà intellettuale di una serie di brevetti di HTC.

Dal canto suo, HTC manterrà comunque una propria autonomia e continuerà a sviluppare smartphone a marchio proprio e anche a occuparsi dei progetti in atto relativi alla realtà virtuale.

A commento della chiusura dell’acquisizione, Rick Osterloh, Senior Vice President hardware, di Google ha scritto sul blog dell’azienda: “Sono molto contento che abbiamo ufficialmente concluso il nostro accordo con HTC e accolgo con favore un team di incredibile talento per lavorare su prodotti ancora migliori e più innovativi negli anni a venire. Questi nuovi colleghi apportano decenni di esperienza, raggiungendo una serie di primati soprattutto nel settore degli smartphone, tra cui il primo smartphone 3G nel 2005, il primo telefono touch-centrico nel 2007  e il primo telefono unibody all-metal nel 2013. Questo è anche lo stesso team con cui abbiamo lavorato a stretto contatto per lo sviluppo di Pixel e Pixel 2. Con la chiusura ufficiale di questo accordo, stiamo espandendo la nostra presenza nella regione Asia-Pacifico. Taiwan è un hub di innovazione e ingegneria chiave per Google, e Taipei diventerà il più grande sito di ingegneria di Google nella regione“.