GMail si arma di antivirus

Aggiunto un servizio che fa la scansione degli allegati in entrata e in uscita

Google ha aggiunto in questi giorni, senza pubblicizzare in alcun modo la novità,
una funzionalità di scansione antivirus - sinora vacante - per le caselle
di posta del servizio GMail.

L'antivirus residente sui server del colosso di Mountain View, provvede ora
ad analizzare tutti gli allegati presenti nei messaggi in arrivo ed in uscita
alla ricerca di materiale dannoso.

Nel caso in cui dovesse essere rilevata la presenza di un virus allegato ad
un'e-mail ricevuta, il servizio GMail tenta di rimuoverlo o di "ripulire"
il file incriminato. Qualora questa operazione non dovesse avere successo, l'allegato
nocivo non sarà scaricabile da parte dell'utente.

Non è dato sapere, almeno per il momento, se la scansione antivirus
si basi su un motore sviluppato da terze parti oppure su una soluzione studiata
da Google stessa.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here