Gfi Max, e la sicurezza è in the cloud

Il vendor maltese acquisisce HoundDog, che consente la fruizione in modalità Saas della propria offerta di soluzioni per la security

Nessun training, nessun vincolo, nessun investimento particolare e 30 giorni gratuiti di fruizione per ogni cliente. Simon Azzopardi, vice president sales Emea di Gfi, prospetta solo vantaggi per il canale dalla nuova offerta, Gfi Max, che il vendor maltese si appresta a proporre sul mercato.

«Un'offerta possibile a seguito dell'acquisizione della scozzese HoundDog Technology - spiega Azzopardi -, una società scozzese specializzata nel monitoraggio e gestione da remoto, che ci consentirà di “traslocare” in the cloud tutta la nostra offerta di soluzioni per la sicurezza, che indirizziamo a un vasto target di aziende, dalle piccole e medie fino alle enterprise. Il nostro canale avrà così la possibilità di proporsi ai clienti con due opzioni: l'acquisto delle licenze dei prodotti, oppure la fruizione “pay per use”, senza alcun impegno anticipato e pagamento al mese successivo in base a quanto utilizzato».

Tutto attraverso le terze parti che, con l'intermediazione dei due distributori Computerlinks e Sintel, potranno, in maniera semplice e veloce, potranno proporre ai propri clienti l'utilizzo come Saas dei prodotti di Gfi, ribattezzati Gfi Max. Per ora è disponibile come Gfi Max l'offerta di Network Server Monitor, ma entro fine anno l'azienda conta di includere anche le soluzioni per la sicurezza del networking e quelli per la messaggistica.

«I dealer stessi avranno la possibilità di scegliere quale offerta proporre ai clienti - interviene Maurizio Taglioretti, channel sales manager di Gfi per Italia e Spagna -, o fruibile attraverso le classiche licenze, o offrirle come servizi, che possono, poi, rimarchiare a nome proprio. Il rivenditore, dal canto suo, non deve installare nulla, e non gli viene richiesto alcun training particolare. L'accesso al servizio, attraverso il Web, è immediato, flessibile, e non vincolante, con una gestione del numero degli indirizzi da gestire che si può definire “on demand”. Inoltre, i primi 30 giorni sono gratuiti per ogni cliente, in modo che il partner abbia il tempo necessario per mostrare tutte le potenzialità e i vantaggi del servizio». Entro i primi 3 mesi del 2010 l'offerta Gfi Max sarà disponibile anche in lingua italiana.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here