Gdpr nella sanità: più le opportunità delle implicazioni

mHealth

Come chiunque sia coinvolto nella raccolta, protezione, storage e utilizzo di dati personali ben sa, Il GDPR (General Data Protection Regulation) messo a punto dall’Unione europea entra in vigore il 25 maggio 2018. E sono molte le aziende del settore sanitario impegnate a garantirne la conformità e definire risposte coerenti e rigorose a questa sfida.

Nonostante il GDPR si applichi a tutti i settori – pubblico e privato -, sono state definite alcune deroghe specifiche per i dati legati alla salute con l’obiettivo di proteggere i diritti dei proprietari di tali dati e la confidenzialità delle informazioni sanitarie, pur mantenendo i vantaggi relativi all’elaborazione dei dati, comprese le immagini digitali a scopi di ricerca e di sanità pubblica.

Le implicazioni di questa normativa sono quindi molto più estese di quanto sembri e non riguardano solo i responsabili IT, ma coinvolgono tutti i dipartimenti clinici e di supporto che interagiscono con pazienti e personale medico.

LEGGI IL NOSTRO SPECIALE SUL GDPR: tutte le cose da sapere

Secondo Vincenzo Costantino, Technical Services Director South Emea di Commvault esiste però anche un altro punto di vista: l’adesione a questi requisiti non è solo un modo per evitare sanzioni punitive o danni alla reputazione causati da breach o perdita di dati, ma un’opportunità unica di identificare dove, perché e come i dati vengono raccolti, archiviati e protetti.

Vincenzo Costantino, Technical services manager di CommVault

Il GDPR rappresenta un’incredibile possibilità per le istituzioni sanitarie di massimizzare il reale valore dei dati nel servizio al paziente.

L’iniziativa richiede che tutte le organizzazioni rivedano workflow e processi operativi in modo critico, al fine di capire dove i dati risiedono e le attuali limitazioni nel loro utilizzo. Solo comprendendo appieno il loro significato ultimo possono le aziende realmente massimizzare il valore di dati che risiedono all’interno di silos applicativi e dipartimentali, e l’incredibile vantaggio che si può ottenere nel fornire migliori cure e un utilizzo più efficace delle risorse.

È arrivato il momento che le organizzazioni sanitarie realizzino l’intersezione ideale tra dati e cure: i dati dei pazienti, presentati come informazioni di qualità, disponibili tempestivamente e in un formato comprensibile ai medici.

L’efficienza e l’efficacia clinica e operativa stanno al centro della trasformazione digitale che le organizzazioni sanitarie hanno intrapreso.

Secondo quanto indica Costantino, consolidando i dati in un ambiente gestibile e controllato a livello centralizzato per soddisfare i requisiti del GDPR, le istituzioni sanitarie potranno:

  • Gestire la proliferazione di silos di dati disorganizzati e non condivisi e passare alla produzione di informazioni di valore
  • Eliminare le applicazioni legacy che continuano a consumare risorse significative solo per conservare dati storici e investire quanto risparmiato in innovativo software patient-centric
  • Passare a una vista olistica del paziente che può essere condivisa all’interno dell’organizzazione, ma anche con fornitori di altri servizi medici e sociali

A livello di tecnologia enterprise esiste un’interessante opportunità di incrementare l’efficienza tramite il consolidamento e la semplificazione di backup e recovery, riducendo così il numero di copie dei dati esistenti e sfruttando le capacità offerte da cloud pubblici e privati.

Questa tipologia di modernizzazione garantisce reali capacità di business continuity in caso di ransomware o altri attacchi cyber.

I requisiti GDPR, seppur sfidanti, potrebbero essere il catalizzatore per un reale cambiamento nel modo in cui si raccolgono dati clinici preziosi e rilevanti che possono essere utilizzati per cure migliori, analisi retrospettive e un uso più efficiente delle risorse a vantaggio di tutti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here