Gartner: meno guasti hardware sui pc

Maggiore cura nelle fasi di design e di produzione hanno come effetto macchine più solide e meno guasti.

Non proprio indistruttibili. I personal computer nascono però molto più robusti. O, forse sarebbe più corretto dire, sani alla nascita.
In base a una indagine presentata in questi giorni da Gartner, negli ultimi due anni si è registrato un calo del 25% nel numero dei guasti hardware nei pc, categoria nella quale la società di ricerca fa rientrare qualsiasi evento che implica la sostituzione di una parte, che sia un semplice connettore fino alla scheda madre.

Un dato incoraggiante, al quale se ne accompagna un altro ancora più interessante che riguarda i notebook.
Anche in questo caso si parla di maggiore affidabilità, oggi paragonabile a quella dei desktop.
I numeri parlano chiaro: se nel 2003 e nel 2004 il 20% dei notebook registrava un guasto nel primo anno di vita, per le macchine costruite nel 2005-2006 la media si abbassa al 15%.
Per i desktop, invece, la percentuale è passata dal 7% del 2003 al 5% dello scorso anno.

Le migliori performance sono da attribuire, secondo Gartner al significativo miglioramento dei test di qualità, qualche anno fa penalizzati dalla continua corsa alla riduzione dei tempi di produzione e dei costi.

Significativo, secondo Gartner, è però anche il nuovo focus che gli stessi produttori dedicano alle fasi di progettazione, anche per quanto concerne i dettagli. Sospensioni, punti di fissaggio e ancoraggio sono decisamente più curati rispetto al passato. E il risultato si vede.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here