A Fujifilm la maggioranza di Xerox

Un accordo fra Fujifilm e Xerox unisce la joint venture Fuji Xerox a Xerox. Fujifilm possiederà il 50,1% della società combinata che manterrà i brand nelle rispettive aree operative ma si chiamerà Fuji Xerox.

Nasce così un società globale specializzata nelle tecnologie di stampa innovative e nelle soluzioni di lavoro intelligenti, capace di esprimere un fatturato annuale di 18 miliardi di dollari.

Gli azionisti della società americana riceveranno un dividendo speciale in contanti 2,5 miliardi di dollari, circa 9,80 per azione, e il 49,9% della società combinata (sarà infatti Fujifilm a possedere il 50,1%).

Il dividendo in contanti rappresenta oltre il 30% del prezzo dell'azione Xerox basato sul valore di chiusura al 10 gennaio: 30,35 dollari.

L'operazione è stata approvata all'unanimità dai rispettivi Consigli di Amministrazione.

Le azieoni della società combinata saranno trattate al NYSE con il ticker XRX.

La società avrà la doppia sede centrale a Norwalk, Connecticut (Usa), e a Minato, Tokyo, (Giappone), con presenza in oltre 180 paesi.

Le dichiarazioni del management

Il presidente e amministratore delegato di Fujifilm, Shigetaka Komori, ha dichiarato che "Fujifilm e Xerox hanno creato una partnership eccezionale attraverso la joint venture esistente Fuji Xerox, e questa transazione è un'evoluzione strategica della nostra alleanza. L'attività di Document Solutions è una parte significativa del portafoglio di Fujifilm, e la creazione di Fuji Xerox ci permette di stabilire più direttamente una posizione di leadership in un mercato in rapida evoluzione. Siamo convinti che l'esperienza di Fujifilm nel campo dei progressi tecnologici in soluzioni innovative per l'imaging e l'informazione, specialmente nelle aree inkjet, imaging e intelligenza artificiale sarà una componente importante del successo della nuova Fuji Xerox".

Per l'amministratore delegato di Xerox, Jeff Jacobson, "La combinazione proposta ha una logica industriale convincente e sbloccherà significative opportunità di crescita e produttività per l'azienda combinata, fornendo al contempo un valore sostanziale agli azionisti. La nuova società sarà meglio posizionata per competere nell'ambiente odierno con una dimensione veramente globale, una maggiore presenza nei mercati in rapida crescita e capacità di innovazione per soddisfare efficacemente le esigenze in rapida evoluzione dei nostri clienti".

Il presidente del Cda della società americana, Robert J. Keegan, ha rilevato come l'accordo faccia seguito a "una revisione completa delle nostre alternative strategiche e finanziarie, iniziata dopo la separazione di Conduent nel 2016. Dopo un attento esame di tutte le alternative a disposizione dell' azienda, il CdA ha concluso che questa combinazione è chiaramente la strada migliore per creare valore per i nostri azionisti”.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here