Ford creerà un sistema operativo per la smart city

Ford prosegue lungo la strada che da produttore automobilistico la sta trasformando in fornitore di mobilità.

La società ha annunciato l'acquisizione di Autonomic, startup con sede in California, con la quale sta già lavorando a stretto contatto.

Sunny Madra, ceo della giovane azienda creata nell'agosto 2016, diventerà il capo di una nuova divisione Ford Smart Mobility denominata Ford X.

Madra sarà responsabile dell'esplorazione di nuovi modelli di business intorno alle città intelligenti e alla mobilità.

Ford X avrà il proprio acceleratore per testare rapidamente nuove tecnologie e offerte. Autonomic ha sviluppato una piattaforma open cloud dedicata alla mobilità, una sorta di sistema operativo della città.

Permette la messa in rete dei sistemi di trasporto pubblici e privati, la condivisione delle infrastrutture, dei parchi veicoli e biciclette, la condivisione di dati cartografici per consentire alle città di gestire meglio i movimenti dei loro abitanti, che beneficiano di applicazioni mobili multimodali.

La piattaforma gestisce gli scambi di informazioni e microtransazioni necessarie per l'organizzazione di un sistema di trasporto multimodale.

Il progetto di Autonomic prevedeva l'apertura di questa piattaforma (adattata per le future flotte di veicoli autonomi) alle terze parti , tra cui costruttori automobilistici e imprese di trasporto. Ford intende perseguire questa politica di apertura e vuole includere nuove città, case automobilistiche e subappaltatori per arricchire la piattaforma.

Ford Smart Mobility potrà inoltre contare sui team di TransLoc, un' altra startup americana acquisita dal brand, specializzata in soluzioni di consegna locale (il microtransito).

La start-up ha realizzato un software che permette di inoltrare gli ordini a una rete di corrieri in tempo reale. Un altro ingrediente di base del sistema di mobilità costruito da Ford, che prevede di lanciare nel 2018 altri servizi intorno al trasporto a richiesta, è la gestione della flotta (compresi i servizi comunali) e il trasporto medico non di emergenza.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome