Fastweb porta 1 Gigabit in casa con il 5G

Con un investimento di tre miliardi di euro in cinque anni, Fastweb ha annunciato l’avvio del nuovo piano di espansione infrastrutturale, che ha l’obiettivo di raddoppiare entro il 2024 la copertura della propria rete a banda ultra larga.

Il progetto di espansione sarà finanziato con risorse proprie.

Fastweb avvierà a partire da quest’anno il deployment di una rete 5G Fixed Wireless Access con la quale il numero di famiglie e imprese raggiunte da collegamenti fino a 1 Gigabit al secondo su rete proprietaria passerà dagli attuali 8 milioni, di cui 4 con tecnologia FTTH (Fiber to the Home) e 4 con tecnologia FTTC (Fiber to the Cabinet), a 16 milioni.

 

Come ha detto Alberto Calcagno, amministratore delegato di Fastweb “siamo i primi in Italia e tra i primi in Europa ad aver colto le enormi potenzialità del 5G per la realizzazione di una rete fissa a banda ultralarga su cui faremo leva per rafforzare ulteriormente il nostro posizionamento di operatore infrastrutturato”.

Il 5G arriverà sui balconi

A differenza delle connessioni FTTH, la rete 5G FWA utilizza le frequenze del 5G, e in particolare lo spettro in banda 26 GHz acquisito da Fastweb nel corso della recente asta per realizzare gli ultimi 250-500 metri della rete e portare alle abitazioni, attrezzate con piccole antenne riceventi sui tetti o sui balconi, connessioni ultra-performanti del tutto analoghe a quelle realizzate con la fibra, come dimostrato dalla sperimentazione avviata in collaborazione con Samsung a Milano negli scorsi mesi.

Nel corso dei trial sono state raggiunte velocità di collegamento superiori al Gigabit per secondo dimostrando così che in modalità Fixed Wireless Access il 5G costituisce una valida alternativa all’infrastruttura FTTH, con tempi e costi di realizzazione notevolmente ridotti rispetto alle tradizionali reti in fibra.

Il rilascio della rete 5G FWA avverrà a partire dalla città pilota di Bolzano la cui copertura sarà realizzata nei prossimi mesi, per poi proseguire sul resto del territorio.

Grazie al piano di espansione la percentuale di famiglie ed imprese coperte dalla rete proprietaria a banda ultralarga di Fastweb arriverà dall’attuale 30% al 60%.

Mediante l’accesso alla rete di Telecom Italia al quale si affianca, in seguito all’accordo di condivisione reciproca annunciato in data odierna, l’accesso alle infrastrutture di Open Fiber, Fastweb sarà in grado di collegare con servizi di connettività iper-performanti anche nelle aree dove non dispone di proprie infrastrutture, per una copertura complessiva con reti a banda ultralarga pari al 90%.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome