F5 in Italia per via indiretta

Sbarca nel nostro Paese lo specialista di dispositivi di rete evoluti. A rappresentarla saranno i distributori It Way e Sthrold.

Continua l'opera di espansione in Europa di F5, società americana specializzata in dispositivi di rete evoluti. Il portafoglio comprende, infatti, load balancer e dispositivi per il caching del traffico Internet. La sede delle operazioni è a Barcellona, in Spagna, da dove Giovanni d'Urso seguirà i mercati del Sud Europa. La politica commerciale scelta è quella indiretta; F5 si affiderà a partner qualificati per distribuire i propri prodotti: in Italia sono attive partnership con It Way e Sthrold. Allo stato attuale non sono previsti ulteriori distributori per il mercato italiano.

Sul fronte dei prodotti la società americana si presenta con un ricco portafoglio, naturalmente sono tutti pensati per migliorare la fruizione di Internet sia da parte dei visitatori sia dagli utenti aziendali. Chiaramente i load balancer distribuiscono il traffico su più server, sia locali sia geograficamente distribuiti in più sedi, mentre le soluzioni di content delivery e di caching permetto una migliore gestione dei contenuti. Tutti i dispositivi proposti sono sviluppati internamente da F5 e sono gestiti dal software iControl. Si tratta di un programma che permette d'interfacciare i prodotti F5 con le soluzioni di management presenti sul mercato, Tivoli o Openview per esempio, e con le principali applicazioni per l'e-business, Oracle o Bea per citarne due.

L'ultimo nato in casa F5 è Big-Ip 2000, un dispositivo di load balancing pensato per le Pmi. Dotato di 16 porte Fast Ethernet e 2 Gigabit Ethernet, gestisce il traffico su più Livelli (dal 2 al 7) e grazie alla capacità di gestire i pacchetti Ssl velocizza le connessioni sicure, scaricando il server dal compito di tradurre in Html i pacchetti criptati.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here