Excel: usare il filtro automatico

Tips & tricks –

Un archivio tabellare altro no

Un archivio tabellare altro non è che una tradizionale tabella in cui la prima
riga ospita le intestazioni dei campi in cui si articolano i record dell’archivio
stesso, mentre le righe sottostanti contengono i suddetti record.

In un prospetto così impostato si possono eseguire velocemente ricerche anche
complesse, utilizzando una speciale funzionalità di Excel. Ci riferiamo al Filtro
automatico
, che si attiva selezionando l’intera tabella, aprendo il
menu Dati, scegliendo la voce Filtro, e optando
per Filtro automatico nel corrispondente sottomenu.

Così facendo, nella parte destra delle celle della prima riga dell’archivio
compare un pulsantino. Se lo si preme viene visualizzato un elenco a discesa
in cui figurano, oltre ai dati ospitati in quel campo, anche alcune voci di
opzione.

Se selezioniamo un dato, la zona in cui è contenuto l’archivio si contrae automaticamente
mostrando i soli record che si riferiscono al dato specificato.

È un modo veloce per compiere una ricerca, ma grazie all’opzione Personalizza,
che occupa il terzo posto nell’elenco a discesa, si può fare molto di più. Non
solo si possono condurre ricerche in And e in Or, ma anche utilizzare gli operatori
relazionali.

Ecco come procedere, per esempio, per isolare i soli record dei clienti che
operano a Milano o a Roma. Aprire l’elenco associato al campo Città,
e selezionare la voce Personalizza.

Nella prima casella della maschera cui si accede impostare l’operatore Uguale
a
, quindi aprire l’elenco associato alla casella a fianco e selezionare
Milano. Spuntare il bottone Or e nelle caselle
sottostanti impostare l’operatore Uguale a e la voce Roma.
Premere il pulsante Ok per visualizzare i risultati.

Pubblica i tuoi pensieri