Esprinet intravede la ripresa

Alla fine di settembre il networking cresce del 101%, il software del 91 e i consumabili del 69%. Buoni i segnali che arrivano da ottobre

14 novembre 2003 Dopo i dati preliminari
resi noti qualche giorno fa il consiglio di amministrazione di
Esprinet ha approvato la situazione trimestrale consolidata al
30 settembre 2003 che registra ricavi totali consolidati per 873,6 milioni di
euro, con una crescita del 46% rispetto all'analogo periodo del 2002, in netta
controtendenza rispetto all'andamento del mercato di
riferimento
, che nello stesso periodo secondo Sirmi ha mostrato una
flessione del -4,5%.

Nel solo terzo trimestre i ricavi hanno
registrato un incremento del 60% grazie a positive performance in tutti i
segmenti di business e in particolare nel networking (+101%), software (+91%) e
consumabili (+69%).


Il margine lordo sulle vendite nei nove mesi è
salito a 71,7 milioni di euro, pari all'8,21% del fatturato in aumento rispetto
ai 47,7 milioni di euro (7,97%) misurato nel 2002 (+50%).


Il risultato operativo lordo (Ebitda) è aumentato
a 27,2 milioni di euro, con un incremento del 90% rispetto ai 14,3 milioni di
euro dei primi 9 mesi del 2002.


Il risultato operativo (Ebit), pari a 23 milioni
di euro, migliora del 92% il precedente risultato.


L'utile ante imposte di gruppo è salito a 17,3
milioni di euro, con un aumento del 158% rispetto ai 6,7 milioni di euro dello
stesso periodo del 2002, attestandosi al 2% dei ricavi.


L'indebitamento finanziario netto al 30 settembre
2003 è di 109,1 milioni di euro, con una riduzione di 14,5 milioni di euro
rispetto alla chiusura del 30 giugno 2003.


Secondo Alessandro Cattani, amministratore delegato della
società, con questi risultati è possibile guardare con fiducia ai prossimi mesi
anche perché "confidiamo in una progressiva ripresa dei
consumi di tecnologia che già intravediamo nelle dinamiche commerciali e di
mercato di ottobre"
.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here