eMerchant, il commercio elettronico secondo Mse

Presentata ufficialmente al mercato italiano la scorsa settimana, si tratta della soluzione di e-commerce business-to-business di Magic Software Enterprise, società israeliana specializzata nell’area degli ambienti di sviluppo per architetture c …

Presentata ufficialmente al mercato italiano la scorsa settimana, si tratta
della soluzione di e-commerce business-to-business di Magic Software
Enterprise, società israeliana specializzata nell'area degli ambienti di
sviluppo per architetture client/server e basate su Internet. L'annuncio di
eMerchant risponde più in generale alla nuova strategia per il commercio
elettronico di Mse, strategia che David Leishner, vice presidente del
marketing a livello mondiale, ha riassunto confermando "un preciso
orientamento agli ambienti corporate multipiattaforma attraverso un'offerta
che spazia dalle applicazioni Web based destinate al comparto della
business logic ad ambienti di sviluppo consolidati come Magic". E se
intorno a quest'ultimo gravitano sempre e comunque tutti gli sviluppi
applicativi targati Mse, l'area di business più specificatamente legata al
mondo Internet vede come prodotti di riferimento la disponibilità di
eMerchant per la gestione interattiva della supply chain, di Magic
WebOnline in veste di tool di sviluppo per soluzioni basate su Java e
ulteriori programmi proprietari indirizzati ai sistemi Edi (Magic Eddy) e a
quelli di call center e rental management. In termini prospettici, inoltre,
Mse ha ribadito il proprio interesse per Linux confermando una serie di
collaborazioni avviate con RedHat e Caldera rivolte al porting delle
applicazioni di e-commerce in ambienti basati sul sistema operativo
"aperto".
Tornando, invece, al prodotto vero e proprio, va rimarcato come eMerchant
venga offerto in modo particolare a contesti aziendali che dispongono di
cataloghi on line ampi e diversificati, e quindi preposte a un elevato
numero di transazioni. Il software offre gli strumenti per l'elaborazione
dei movimenti e l'immissione degli ordini in Rete, sfruttando, dicono i
responsabili del prodotto stesso, la scalabilità della piattaforma Magic
per garantire prestazioni adeguate a vari livelli di esigenza in fatto di
sicurezza delle operazioni e di integrazione con le applicazioni esistenti
e con i dati provenienti dall'esterno. Sul mercato italiano, per
concludere, eMerchant vedrà l'interessamento specifico di system integrato
r
e business partner Ibm (che hanno già acquistato sei licenze del software
per ambienti As/400) con il compito di proporre la soluzione anche al mondo
delle Pmi, con prerogative di costi (pacchetti dedicati a partire da 15
milioni di lire) e tempistiche operative(15 giorni complessivi per
l'analisi e l'implementazione di eMerchant nel database aziendale)
realizzate su misura.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here