Emc rilascia un toolkit WideSky per gli sviluppatori

Lo specialista di storage networking Emc rafforza la strategia AutoIs con il rilascio di una suite di sviluppo per il middleware WideSky.

L'annuncio è stato dato in occasione della conferenza Storage Management 2002. Lo specialista di storage networking Emc rafforza la strategia AutoIs con il rilascio di una suite di sviluppo per il middleware WideSky. WideSky utilizza una raccolta di Api di hardware, server e switch di terze parti, per controllare e gestire i sottosistemi storage dei concorrenti con un unico framework. I vertici della società si dicono certi del fatto che i primi prodotti creati grazie al nuovo toolkit, battezzato WideSky Developers Suite, saranno sul mercato entro un anno. Emc, realtà storicamente focalizzata sull'hardware, sta cercando di riposizionarsi come fornitore di software e servizi e la strategia AutoIs (Automated information storage) annunciata lo scorso anno va proprio in questa direzione. Si propone, infatti, di semplificare e automatizzare la gestione dello storage in ambienti eterogenei: “Vogliamo che WideSky diventi completamente aperto e pubblico - ha chiarito Mike Ruettger, executive chairman di Emc, rispondendo alle critiche di chi definisce il middleware della casa come una soluzione ancora molto proprietaria - anche se il rischio è di creare un ambiente che i clienti siano in grado di utilizzare anche su hardware non nostro”. Lo stesso manager si è detto sicuro del fatto che gli sviluppatori saranno in grado di trarre considerevoli vantaggi da WideSky, soprattutto in virtù del fatto che il middleware è un componente di Oracle 9i, in uscita in questi giorni. Oracle supporta l'iniziativa WideSky, accanto ad altri vendor del calibro di Bmc Software, Brocade, Computer Associates e Microsoft.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here