Electrolux, il consolidamento del datacenter fa sicurezza

Gestione unificata Check Point per i gateway Internet del gruppo.

Nel corso degli ultimi anni il Gruppo Electrolux ha ridisegnato la propria struttura, consolidando l'infrastruttura It, fino ad arrivare a quattro datacenter regionali, uno per ognuna delle aree geografiche di riferimento del'azienda.
In Europa è passato da 16 datacenter a uno soltanto, con un consolidamento generale dell'infrastruttura.

A seguito di questo processo sono state installate soluzioni Check Point (Vpn-1 Power e Vpn-1 SecureClient) per la gestione delle Vpn aziendali, con vantaggi significativi a livello di consolidamento e collaborazione tra diversi ambienti.

Successivamente, è stata presa in esame la problematica dell'accesso Internet, con l'obiettivo di ridurre i costi di connettività, mantenendo comunque il massimo delle prestazioni.

A partire da marzo 2011 gli Internet gateway del Gruppo sono stati ridotti a quattro per l'intera Europa, connessi con linee dedicate da 50 o 100 Megabit, con una progressiva riduzione dei dispositivi hardware presenti nei data center.

Presso ogni gateway, già dotato di firewall Check Point, è stata creata una Management Station per la gestione delle policy, con l'installazione di due appliance Smart-1 50 e di un Provider-1.

Per Fabrizio Di Narda, Team Leader It Security Infrastructure Emea di Electrolux, il consolidamento della connettività ha permesso di ridurre sensibilmente i costi, con ulteriori vantaggi operativi garantiti dalla centralizzazione della gestione.
Sono state ridotte le licenze di Management Station necessarie, con una diminuzione immediata dei costi.

Ma non solo: la standardizzazione e centralizzazione degli aspetti di sicurezza legati alla connettività ha permesso anche di rendere omogenei skill e competenze per l'intero team dedicato alla sicurezza all'interno del Gruppo.

Questo ha permesso di migliorarne l'efficacia, semplificarne la gestione e garantire risultati più soddisfacenti. 
La riduzione ed ottimizzazione dei gateway è stato il passo ulteriore di un progetto più ampio, che proseguirà nel corso dell'intero 2012.

I prossimi step prevedono la verifica e la standardizzazione delle policy attive presso le diverse location.
Obiettivo primario è la creazione di un unico set di regole valido per tutti gli Internet Gateway europei di Electrolux, con una generale diminuzione nel numero delle regole valide per ogni firewall.

Sempre per Di Narda, la gestione centralizzata permetterà di distribuire le policy da un unico punto, facilitando la standardizzazione e quindi la governance dei sistemi.

I vantaggi saranno operativi, gestionali e legati alla compliance: nel caso di audit sarà molto più semplice identificare e raccogliere le informazioni necessarie, e l'intera governance risulterà più semplificata ed efficace.

In seguito si procederà alla creazione di un unico log server, nel quale confluiranno i log di tutti gli utenti firewall, con vantaggi legati alla disponibilità di più avanzate funzionalità di reportistica ed analisi, oltre che a livello di troubleshooting,

Infine, si arriverà alla centralizzazione di tutte le policy su un unico Internet gateway, presso il datacenter di Pordenone, che si troverà così a gestire il traffico Internet dell'intero Gruppo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here