Eicon arricchisce la famiglia Diva

Eicon colma i buchi della propria offerta di dispositivi di accesso Isdn con due nuove serie di prodotti. Per una società che detiene il 31% del mercato Isdn italiano, secondo Dataquest, è strano parlare di buchi, ma Martyn Davies, europe …

Eicon colma i buchi della propria offerta di dispositivi di accesso Isdn
con due nuove serie di prodotti.
Per una società che detiene il 31% del mercato Isdn italiano, secondo
Dataquest, è strano parlare di buchi, ma Martyn Davies, european Isdn
product manager, ha spiegato che la famiglia Diva, nella fascia low end,
necessitava di un prodotto compatibile con l'emergente standard Usb,
mentre, nella linea per i server, saltava bruscamente da un modello con una
porta Bri a uno con una porta Pri.
La risposta, nel primo caso, è Diva Usb, terminal adapter Isdn completo
dalle dimensioni "palmari". Totalmente plug and play, Diva Usb non
abbisogna di alimentazione, supporta comunicazione fax G3 e analogica in
emulazione da 9,6 Kbps.
Diva Server 4 Bri, invece, aggiunge scalabilità all'offerta di connessione
Isdn per i server. Tra le caratteristiche, 4 porte Bri, supporto Pci 2.2,
compatibilità modem fino a V.90, comunicazione fax G3 e Gsm a 9,6 Kbps,
supporto Capi 2.0, Mlppp su singolo canale B. Le prestazioni sono garantite
da 8 Dsp.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here