Ecommerce, la spesa no food diventa Smart

E attivo dalla scorsa settimana un sistema di ecommerce che introduce un nuovo modo di fare la spesa di articoli no food facendoseli recapitare a domicilio: Spesa Smart.

Progetto di ecommerce tutto italiano, Spesa Smart ed è un servizio di spesa automatica che intende differenziarsi dagli altri per avere già integrata la lista della spesa.

Come spiega il cofounder del progetto, Claudio Taurini, «lamette da barba, scorte di pannolini, pastiglie per lavastoviglie, detersivi e tutto il necessario per la pulizia della casa possono esswre inviati a casa in automatico in base alle esigenze di ognuno».

Si tratta di un sistema di dispensa virtuale, basato su liste pianificabili per quantità e tempo: si programma la spesa e si sceglie ogni quanto farsela consegnare.

La programmazione lascia comunque spazio all'interazione: il cliente di Spesa Smart che ha un problema con un ordine o un dubbio su un prodotto ha a disposizione un servizio clienti che risponde tutti i giorni e a qualsiasi ora tramite Whatsapp.

La spesa può essere consegnata a domicilio, sul posto di lavoro o in un ufficio postale.

Il packaging di Spesa Smart è studiato per disporre di un manico che permette di trasportarla anche sui i mezzi pubblici.

spesa smart

A questi servizi Spesa Smart sta aggiungendo la consegna di giornali e riviste, con la possibilità di ordinare prodotti che non sono sul sito, come le creme viso ricercate o prodotti biologici.

Altro punto di forza sono i Box Spesa Smart dentro ai quali, in seguito a un accurato studio, sono state impostate le quantità esatte per la scorta mensile di pannolini, lamette da barba e altri prodotti di uso quotidiano.

Selezionando questa opzione non ci si deve preoccupare nemmeno di quanti prodotti si dovrà comprare.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here