Easynote Butterfly, consumi “intelligenti”

Design curato, buone prestazioni e autonomia superiore alle 6 ore per il nuovo notebook con schermo da 13,3″ di Packard Bell. Possibilità anche di commutare “al volo” tra grafica integrata e dedicata per ottimizzare performance e consumi

Le linee arrotondate e il
design elegante del notebook Easynote Butterfly forniscono una chiara idea
della direzione che intende seguire la nuova Packard Bell: prodotti curati e
capaci di soddisfare anche gli utenti più esigenti, sia nel consumer sia tra i
professionisti o le piccole imprese.

Il Butterfly, di cui abbiamo
potuto vedere un modello preserie, ha una dotazione hardware di buon livello:
processore Core 2 (Solo o Duo) da 1,4 GHz con architettura Centrino e Fsb da
800 MHz, 2 o 4 Gb di Ram e hard disk da 320 o 500 Gb. La gestione della grafica
è devoluta a un chip integrato Graphics Media Accelerator 4500MHD, a cui, nel
modello di fascia più alta (come quello che abbiamo provato), si affianca una
scheda video Ati Radeon Hd 4330 con 512 Mb di memoria dedicata. Il display è un
Lcd da 13,3”
nel formato 16:9 retroilluminato a Led e con una risoluzione Wxga di 1.366 x
768 pixel. La tecnologia a Led rendo lo schermo particolarmente luminoso e
consente anche di limitarne i consumi, aspetto questo particolarmente
importante visto che il display è il responsabile del maggiore assorbimento
energetico all’interno di un notebook.

La tastiera è spaziosa, i
tasti comodi e il touch pad abbastanza ampio e sensibile. Quest’ultimo è del
tipo multigesture, ovvero, se gestito con due dita, consente un intervento
diretto su quanto visualizzato a schermo, come l’ampliamento dell’immagine, il
restringimento o lo scorrimento in senso orizzontale o verticale. Se
necessario, quando si sua un mouse esterno, un tasto consente di disattivare il
touch pad.

Nella parte
immediatamente superiore alla tastiera sono presenti tre comodi tasti a
sfioramento che danno un accesso diretto alla gestione della connessione
wireless wi-fi, del backup e del sistema Power Saving per il risparmio energetico.
Il sistema per attivare il backup è davvero pratico, veloce ed efficace. Non
implica alcuna cognizione informatica, richiede solo di stabilire quali tipi di
file si vogliono copiare e dove: al resto pensa il software MyBackup. Il
notebook non integra un lettore/masterizzatore di Dvd, per cui per effettuare
un backup efficace dei dati è necessario ricorrere a un dispositivo di
memorizzazione esterno.

Tra le interfacce
troviamo 3 porte Usb, una porta Vga per collegare un monitor esterno e una porta
Hdmi per riprodurre contenuti in alta definizione su un televisore. Questo, se
vogliamo, è l’elemento che maggiormente denota la vocazione consumer del
Butterfly, che comunque può trovare un valido impiego anche nelle attività di
office automation.

L’autonomia nominale è
superiore alle 8 ore. A questa durata ci si può però avvicinare solo
configurando la modalità PowerSave del Butterfly in modo molto accurato,
escludendo il collegamento WiFi e regolando al minimo la luminosità dello
schermo. Inoltre, non si devono far girare applicazioni che implichino un importante
utilizzo né del processore né della scheda grafica. Se invece si va oltre la
semplice videoscrittura e si misura l’autonomia facendo un uso più “normale”
del notebook, avendo attiva anche una connessione Internet wireless,
l’autonomia arriva a sfiorare le 6 ore. Un tempo comunque interessante
considerato la dotazione del notebook.

Da sottolineare, nel
modello top di gamma, la possibilità di commutare dalla grafica integrata
nell’architettura Centrino alla scheda Ati senza dover spegnere il notebook,
adattando così il consumo in funzione della potenza richiesta dai programmi in
uso.

Migliorabile ci è
sembrato l’effetto dell’architettura Thermal Comfort, volta a dissipare il
calore prodotto dal Butterfly. Se si richiede un funzionamento intensivo, il
notebook si scalda abbastanza e il touchpad e la zona preposta ad appoggiare il
palmo delle mani rimangono sempre piuttosto caldi.

Ricca la dotazione di
programmi, ma molti sono solo in versione di prova. Tra i software completi
troviamo Adobe Photoshop Elements 6 e Microsoft Works, mentre sono presenti le
versioni di valutazione di Microsoft Office 2007, Premiere Elements 4.0 e
Norton Internet Security.

Un po’ pesante per essere una macchina con schermo
da 13,3”
(1,8 kg,
ma non crediamo potesse essere altrimenti vista la dotazione hardware), il
Butterfly sarà in vendita in agosto a un prezzo che può variare tra i 599 euro
della configurazione base ai 799 euro del top di gamma.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here