Ea mette Ubi Soft nel mirino

Il colosso Usa ha reso noto di avere acquistato il 20% della società francese. A Parigi sono pronti a opporsi alla scalata

All'improvviso Ubi Soft, uno dei principali nomi europei del settore dei
videogiochi, ha scoperto di avere in casa un partner pericoloso come Electronic
Arts, il numero uno del mondo del settore. La notizia ha animato il movimento
del titolo in Borsa che dopo il 24% guadagnato ieri oggi sta crescendo ancora di
oltre il 9%. La scalata di Ea è ostile nel senso che è stata compiuta
all'insaputa del vertice della società francese che ha comunque intenzione di
opporsi all'arrivo degli americani.
Da parte sua Ea si è fatta largo
nell'azionariato del concorrente grazie all'acquisto della quota posseduta da
Endemol, la società di produzione televisiva che ha ideato format come quello
del “Grande fratello”. Attualmente i fratelli Guillemot, proprietari di Ubi
Soft, potrebbero contare su una maggioranza relativa vicina al 28%. La lotta
però appare abbastanza impari visto che Ea vanta una capitalizzazione in Borsa
di 18 miliardi di dollari contro i trecento milioni di euro di Ubi Soft. Inoltre
Ea ogni anno realizza 2,9 miliardi di dollari di vendite con un cash flow di 2,5
miliardi di dollari.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here