E’ l’ora di Java Verified

Sun, Motorola, Nokia, Siemens e Sony Ericsson promuovono una iniziativa congiunta per facilitare il testing e la certificazione delle applicazioni per device mobili basate su J2Me.

1° marzo 2004 Si chiama Java Verified Process ed è
una iniziativa lanciata congiuntamente da Sun Microsystems, Motorola,
Nokia, Siemens e Sony Ericsson
. L'obiettivo è mettere a punto un
processo per il testing e la certificazione di applicazioni
J2Me per device wireless e la finalità è rendere più facile la
creazione e la diffusione di applicazioni basate su Java 2 Micro
Edition.
Il programma, dicono in Sun, nasce con l'obiettivo di dare agli
sviluppatori un metodo unico per testare i contenuti Java,
assicurando la compatibilità delle applicazioni sviluppate con
i device dei produttori aderenti all'iniziativa.
I numeri meritano lo sforzo:
attualmente ci sono circa 250 milioni di dispositivi wireless che supportano la
tecnologia Java, prodotti da 31 diversi costruttori. Questo significa un
potenziale operativo enorme per gli sviluppatori.
Attualmente, inoltre, sono
disponibili circa 10.000 applicazioni J2Me.
Una volta che una applicazione
verrà certificata nel quadro di Java Verified Process, riceverà il logo
Java Powered
. Ogni versione dell'applicazione sarà poi dotata di
firma digitale, a garanzia dell'utente.
Positivi i commenti degli analisti
che vedono nella scelta di Sun e dei quattro costruttori una mossa analoga a
quanto fece suo tempo Qualcomm con la piattaforma Brew per reti
Cdma.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome