E’ “business oriented” il 2010 di Toshiba

Per l’anno che verrà il vendor giapponese punta dritto verso il target della Pa e dell’industria. E chiede ai partner del canale di affrontare insieme la sfida

Fine d'anno con il segno + per Toshiba Italia.
La Divisione Computer Systems, infatti, ufficializza in 52 milioni di euro il fatturato del primo semestre fiscale 2009, che si è concluso lo scorso 30 settembre, con una crescita in volume del 37,2% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.
Pezzo forte dell'offerta del vendor continua a essere il reparto dei notebook, che ha fatto registrare un incremento dell'1% nella produzione e un market share totale nel mercato del 7,3%, 17,6% rispetto al segmento business.
«Nonostante l'anno di crisi - esordisce Javier Pascual, country manager italiano della multinazionale - in Italia la domanda di prodotti non ha mostrato flessioni significative, dando origine a un trend positivo che Toshiba continuerà a sfruttare anticipando al prossimo febbraio il lancio delle tecnologie per il 2010».

A proposito dell'anno che verrà, la casa di Tokyo punta a rafforzare la strategia di valorizzazione dell'offerta business adottata già dalla scorsa primavera: diversi progetti di investimento nel government, nella Pa e nel education e il consolidamento delle relazioni con il canale indiretto le strade per raggiungere l'obiettivo.

«Il target business è una componente importante dell'attività di Toshiba fin dalle origini, e contribuisce al nostro fatturato per il 55% - spiega Pascual -. Nel 2010, perciò, intendiamo potenziare la nostra proposta commerciale in materia; lo faremo sicuramente attraverso il lancio di nuovi prodotti, senza dimenticare, però, l'apporto dei partner, per i quali sono in programma nuovi corsi di formazione e diverse modalità di fidelizzazione».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here