Due imperativi per l’Italia

«In Italia dobbiamo avere due ossessioni – ha osservato Luciano Martucci, presidente di Ibm Italia e consigliere incaricato area Ricerca e Innovazione di Assolombarda -. Una è quella della crescita del Pil e se non l’attiviamo in tempi rapidi vanno a r …

«In Italia dobbiamo avere due ossessioni - ha osservato Luciano Martucci, presidente di Ibm Italia e consigliere incaricato area Ricerca e Innovazione di Assolombarda -. Una è quella della crescita del Pil e se non l'attiviamo in tempi rapidi vanno a rischio le risorse per poterla ottenere. Qualsiasi iniziativa aiuti a supportare i processi di crescita, ha la priorità su qualsiasi altra iniziativa del paese. La seconda ossessione è il tempo. Noi siamo in crisi ma lo sono anche gli altri paesi europei, che però stanno lavorando molto bene per superare il difficile momento. Noi, tuttavia, abbiamo il dovere assoluto di lavorare al meglio e più velocemente di loro, per essere pronti ad affrontare una competizione che sarà diversa da quella conosciuta fino a oggi. Lo sforzo deve coinvolgere le imprese, le associazioni, la politica, in quanto tutti insieme dobbiamo aiutare la struttura produttiva di questo paese a competere. È importante, inoltre, che a livello sistematico e sistemico questo processo venga facilitato e nel processo di crescita l'innovazione diventa fondamentale, perché non si cresce soltanto aggregandosi, ma bisogna iniettare nel sistema più intelligenza e più tecnologia perché il risultato finale sia virtuoso».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here