Digitalizzazione: dopo il marketing tocca al business

Secondo Gartner, il viaggio verso la digitalizzazione attraversa sei fasi, delle quali abbiamo alle spalle le prime tre e stiamo vivendo la fase a cavallo tra la quarta e la quinta. Sono elementi tratti del focus al quale è dedicato il report Hype Cycle for Emerging Technologies, giunto quest’anno alla ventesima edizione. Il documento guarda a maturità, benefici e direzioni future di oltre duemila tecnologie, raccolte in 119 gruppi. Le nuove tecnologie del report 2014 sono il digital workplace, le case connesse, la sicurezza mobile enterprise, la stampa 3D e le smart machines.
Nella fase che stiamo attraversando le quattro forze che stanno convergendo sono mobile, social, cloud ed information. La fase di digital marketing vede l’emergere delle quattro forze in un unico ambiente, il Nexus. I consumatori partecipano al marketing per guadagnare moneta sociale o reale, e via via preferiscono i device mobili.
In questa fase le principali tecnologie impiegate sono software-defined anything, neurobusiness, gamificazione, realtà aumentata e in-memory Dbms ed analytics. Continuano il loro percorso altri sviluppi noti quali cloud, Nfc, speech recognition e Data Science.


3D Digital business

La fase 5, il digital business, è la prima fase successiva al Nexus e vede la convergenza di persone, attività ed oggetti. La coesistenza di modalità fisiche e virtuali caratterizza questa fase, nella quale la digitalizzazione degli oggetti viene inserita nella catena di creazione del valore, affiancandosi ad altre componenti già digitali quali il software (in forma di app) e i sistemi.
Nella digitalizzazione degli oggetti la stampa 3D ha un ruolo potente, disruptive, nel cambiamento della produzione e della supply chain. Fa parte di questa fase anche la conversione in digitale di attributi degli individui (posizione, segni vitali…). Si modifica anche il panorama della moneta, in parte sulle valute tradizionali -che sono spesso ritenute già digitali-, in altra parte per l’avvento delle cryptocurrency e del loro effetto sul sistema complessivo. Proprio in questa fase si svilupperanno gli smart workspaces e le connected homes, due concetti che tendiamo a classificare come separati ma che in realtà avranno molti punti in comune.
Le proposte più tecnologiche riguardano il Consumer 3Dprinting, ma soprattutto l’Enterprise 3Dprinting e il 3D scanning, il mobile health monitoring e la traduzione automatica diretta (speech to speech translation), le suggestioni del bioacoustinc sensing e del bioprinting.

Le sei fasi sono Analog, Web, e-Business, Digital Marketing, Digital Business e Autonomous. Lo stadio finale comprende azioni di tipo umano quali sistemi in grado di scrivere notizie e auto che si guidano da sole, cose delle quali già abbiamo in attività i primi sistemi pionieristici. Ulteriori informazioni sono disponibili sulla pagina dedicata agli hype cycles[http://www.gartner.com/technology/research/hype-cycles/].

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here