Devi avviare un’impresa? Con Internet ti bastano due ore

A partire dai prossimi mesi, grazie a un percorso on-line più rapido e agevole, in Lombardia sarà possibile avviare o modificare un’attività produttiva soltanto in un 120 minuti. Lo assicura la Regione.

Si è conclusa in questi giorni a Varese la prima sperimentazione del sistema
voluto e implementato da Regione Lombardia, in stretta sinergia con il Sistema
Camerale, per coinvolgere in un'unica procedura via web tutti gli enti
competenti per l'avvio o la modifica di un'attività produttiva.

Per la sperimentazione in oggetto sono state utilizzate le piattaforme di
interscambio telematico "Muta" (Modello Unico Trasmissione Atti) di
Regione Lombardia e "Comunica" del Sistema Camerale, che utilizzano
linguaggi e regole condivise tra tutti gli attori pubblici coinvolti (Inps,
Inail, Agenzia delle Entrate, Comuni, Asl, Arpa). La richiesta
dell'imprenditore, inviata attraverso una modulistica elettronica unica,
rispetta le recenti normative sulla riorganizzazione degli Sportelli per le
Imprese.

La pratica viene gestita dal Sistema Camerale e dallo Sportello Unico
Comunale competente attraverso l'uso della posta elettronica certificata.
Questi, sempre via Pec, inoltrano la modulistica al sistema regionale Muta.
Verificata la correttezza e congruenza degli elaborati ricevuti, viene
comunicata allo Sportello l'accettabilità della richiesta.

La fase sperimentale ha dimostrato la
fattibilità dei diversi passaggi nell'arco temporale di due ore.

I test terminati alcuni giorni fa rappresentano il primo caso in Italia di
applicazione del Decreto 160/2010, che prevede la completa digitalizzazione
dello Sportello unico per le attività produttive dei Comuni e permette di
ipotizzare nell'arco di alcuni mesi la piena operatività del sistema.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here