Desktop, mobile e software nei piani di Acer

Il presidente della Acer, Stan Shih, ha rilasciato i piani di sviluppo dei nuovi prodotti per il prossimo anno. Accanto al potenziamento dell’hardware, previsto un investimento di circa 40 milioni di dollari nel software.

Molte sono le novità che attendono Acer nei prossimi dodici mesi. Il presidente, Stan Shih, ne ha anticipato la portata, speigando come la sua società intenda muoversi su tutto il fronte della microinformatica, che utilizza come ovvio caposaldo l'area desktop, ma va a estendersi verso il consumer, i dispositivi mobile e wireless, i display, i processori. Senza entrare troppo nel dettaglio, è stato comunque annunciato anche un investimento che potrebbe raggiungere i 40 milioni di dollari in ricerca & sviluppo per il software. Non intendiamo sfidare Microsoft - ha precisato Shih - ma ci interessano diverse aree applicative, nelle quali pensiamo di poter fornire un valido contributo. Vi è da attendersi qualche novità nel campo del system management, in particolare, sull'onda di quanto realizzato sin qui con successo da Compaq.
Acer ha ribadito la propria scelta di rimanere totalmente legata alla vendita indiretta, al punto che essa stessa intende parzialmente operare come Oem per alcune tipologie di prodotti, anche per concorrenti, come già sta accadendo con i pc fabbricati per Ibm. Tra le novità originali, troviamo invece sistemi di proiezione laser e un display Lcd flat-panel, entrambi previsti per l'autunno di quest'anno. Entro la fine dell'anno sono attesi i primi frutti tecnologici della recente acquisizione di Texas Instruments nel settore dei notebook.
Nel 1996, il costruttore taiwanese ha avuto vendite più o meno stabili, dopo anni di inarrestabile crescita, che l'hanno portato a entrare fra i top ten dei pc a livello mondiale. Stan Shih ha attribuito la frenata alla discesa dei prezzi della Dram.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here