Dematerializzazione in chiave SaaS per Groupe Ollandini

Integrata con l’Erp in uso, Esker ha eliminato gli oneri di un’attività ritenuta troppo impegnativa per lo staff contabilità fornitori del tour operator per la Corsica.

È, per ora, un progetto di dematerializzazione "su piccola scala" quello che ha recentemente interessato le attività del Groupe Ollandini.
Acquisita due anni fa la società Sud Corse Hôtellerie, che nei pressi di Porto Vecchio, in Corsica, gestisce un complesso alberghiero composto da 2 hotel e 3 residence, per l’operatore turistico era diventata stringente la necessità di una gestione più efficiente del ciclo passivo.

Da qui la scelta di rivolgersi a Esker per automatizzare la gestione di oltre 1.800 fatture fornitori emesse ogni anno da uno dei propri complessi alberghieri.

Fatture estremamente differenti tra loro in termini di formato e di canale di ricezione che, unitamente alla decentralizzazione della contabilità fornitori dall’headquarter, rendevano l’inserimento, la validazione, la consultazione e l’archiviazione delle fatture passive un’attività troppo impegnativa per lo staff contabilità fornitori Ollandini.

Selezionata perché perfettamente in grado di integrarsi con il gestionale Cegid Business in uso, la soluzione proposta da Esker ha permesso a Bruno Mortreuil, direttore sistemi informativi, Groupe Ollandini, di portare all’attenzione del top management i risultati di un’implementazione avvenuta in tempi rapidi e senza richiedere alcun investimento in hardware o software aggiuntivi.


I vantaggi dell’as a Service

Toccato con mano il miglioramento della visibilità e della trasparenza dei processi, grazie alla consultazione possibile in qualunque momento e da ovunque delle fatture emesse in formato Pdf, l’uso della piattaforma Esker potrebbe presto estendersi anche alle strutture alberghiere del Gruppo chiamate a gestire volumi di fatture più considerevoli.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here