Dell: scalabilità e accesso al dato per ambienti Sap

È la promessa delle nuove soluzioni scale-out del vendor già disponibili in Emea mentre per l’infrastruttura Active System 800 c’è da attendere primavera.

Adottare in tutta tranquillità sistemi server, storage e networking Dell per l’utilizzo di Sap Hana.
È questa la promessa del vendor statunitense che, con l’intento di supportare i clienti a implementare ed eseguire applicazioni e workload business-critical, ha anche annunciato il rilascio di Active System Manager 7.0.



Un’infrastruttura It “workload-centrica”
Prosegue, così, la strategia Dell volta alla creazione di soluzioni datacenter scalabili, che riuniscono al proprio interno hardware, software e servizi per realizzare un’infrastruttura It incentrata sui carichi di lavoro e consentire ai clienti di focalizzarsi sul proprio business e sulle applicazioni “core” utili a competere sul mercato attuale.

In questo senso, le soluzioni scale out Dell per Sap Hana promettono di trasformare i dati in informazioni scalando da 1 terabyte a oltre 4 per consentire ai clienti di ottimizzare ulteriormente i workload delle soluzioni Sap analizzando istantaneamente le informazioni provenienti da qualsiasi fonte con sistemi e servizi pre-integrati certificati dal vendor per l’uso della propria piattaforma.

Non senza garantire operatività e performance di classe enterprise, sfruttando le funzionalità di gestione dei sistemi, tiering automatizzato, risparmio energetico e scalabilità integrate nelle soluzioni server e storage Dell utili anche a ridurre il time to value e a garantirsi un percorso di aggiornamento che non richiede, ogni volta, di ripartire da zero.

Non solo.
Ai clienti che adottano la piattaforma database real-time del software vendor tedesco, la struttura Dell Services propone anche supporto sotto forma di valutazione, analisi, progettazione e sviluppo della soluzione, implementazione, training e servizi gestiti.

Grazie all’expertise ottenuta grazie alla già nominata acquisizione di Gale Technologies, Active System Manager 7.0 estende, infine, le funzionalità di gestione di Active System oltre l’infrastruttura fisica, fino all’infrastruttura e ai workload virtuali.
Integrata in Active System 800 e nella sua relativa architettura di riferimento, la soluzione consente ora provisioning e de-provisioning rapido su infrastrutture e workload misti, fisici e virtuali, ma anche la creazione di pool di risorse distribuite su più sistemi per una allocazione e gestione efficiente delle risorse di rete, server e storage.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here