Dell invita a scegliere Linux e le architetture standard

Uscita a sorpresa del fondatore dell’azienda di pc, Michael Dell, il quale, intervenendo al Gartner Symposium di Cannes, ha espressamente citato i sistemi standard-based, esortando le aziende a prendere in considerazione una adozione massiccia di queste tecnologie come alternativa a Unix.

6 novembre 2002 Michael Dell si dice convinto che il miglior sostituto dei sistemi Unix è il sistema operativo Linux e che proprio in virtù dei vantaggi dell'ambiente open source le aziende farebbero bene a orientarsi sulle piattaforme informatiche standard.

Parlando in occasione del Gartner Symposium organizzato a Cannes, Dell ha espressamente citato i sistemi standard-based, esortando le aziende a prendere seriamente in considerazione una adozione massiccia di queste tecnologie come alternativa a Unix. «E' un modo per risparmiare soldi e semplificare le cose, riducendo le fonti di spesa. E può succedere in ogni punto della scala gerarchica dei sistemi aziendali, dai server e i sistemi di storage fino ai cluster ad alte prestazioni». Dell ha però aggiunto che il passaggio da Unix a Linux non deve andare a detrimento di Windows, che per Dell rappresenta ancora circa l'85% delle installazioni aziendali. «Tra i clienti che utilizzano macchine ad alto rendimento la percentuale di implementazioni è divisa a metà tra Windows a Linux, con un leggero vantaggio per quest'ultimo». Parlando del quadro economico Dell ha detto che nonostante le difficoltà del momento Dell Computer continua a registrare percentuali di crescita a due cifre. I dati di bilancio che verranno prossimamente annunciati sono confortanti per il terzo quarto: la crescita del fatturato è del 22%, nettamente superiore alla media dei concorrenti. Il margine operativo cresce addirittura dl 36%. Dell ha ripetuto l'intenzione di estendere la presenza della sua azienda nel mercato dei servizi, che oggi generano appena il 10% delle revenues.

Entro i prossimi tre anni, Dell punta invece a generare un volume d'affari pari a 6 miliardi di dollari. Michael Dell ha definito inoltre molto fruttuoso l'accordo con Emc per la commercializzazione dei dispositivi di storage, che nell'anno passato hanno conquistato 1.500 nuovi clienti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here