Home Prodotti Hardware Dell Emc, via libera alle infrastrutture iperconvergenti

Dell Emc, via libera alle infrastrutture iperconvergenti

Dell EMC ha rilasciato le appliance dedicate alle soluzioni per infrastrutture iperconvergenti basate sulle nuove piattaforme server PowerEdge di quattordicesima generazione. Le nuove appliance contribuiscono a fornire maggiori livelli di performance e affidabilità, attraverso l’adozione di tecnologie NVMe/SSD.

L’ultima piattaforma server PowerEdge, progettata e ottimizzata per ambienti HCI, permette ai clienti di ogni dimensione di raggiungere livelli di prestazioni ancora più elevati e certi, al fine di implementare applicazioni software mission-critical sulle appliance Dell EMC VxRail e XC Series.

I server Dell EMC PowerEdge di quattordicesima generazione, basati sulla Intel Xeon Processor Scalable Family, integrano al proprio interno 150 requisiti custom per il Software-Defined Storage (SDS), così da risultare particolarmente ottimizzati per le esigenze degli ambienti HCI.

Gli accorgimenti presenti comprendono un miglior supporto delle unità SSD nei deployment scale-out, una inizializzazione più veloce con una gestione razionalizzata del data storage, superiori capacità di raffreddamento dei drive per aumentarne l’affidabilità e, in maniera opzionale, interfacce utente comuni su server e piattaforme HCI per le funzionalità di systems management di Dell EMC.

Il nuovo portafoglio delle appliance HCI di Dell EMC mette a disposizione dei clienti un accesso significativamente più rapido ai dati e alle applicazioni, grazie al maggior numero di core, alla più alta frequenza di clock, alla superiore quantità di canali di memoria a più alta frequenza, con una potenza di calcolo fino a 1,7 volte maggiore e con una bandwidth interna fin del 62% più elevata.

L’offerta in ambito HCI di Dell EMC include due linee di prodotto: le appliance Dell EMC VxRail , coingegnerizzate con VMware e basate su tecnologia VMware vSAN; i sistemi Dell EMC XC Series, progettati per i clienti che desiderano scegliere tra ambienti multi-hypervisor, incluso Microsoft Hyper-V, basate su tecnologia Nutanix.

Tutte queste appliance dispongono di un lifecycle management semplificato che, grazie a soluzioni di automazione avanzate, ne velocizzano il deployment, la gestione, la scalabilità, il supporto e manutenzione – rendendo più facile la vita dei clienti fin dal primo giorno.

Appliance Dell EMC VxRail su PowerEdge

Le appliance Dell EMC VxRail sui server PowerEdge di 14 generazione, offrono prestazioni maggiormente predicibili, potendo contare su un’ampia scelta di opzioni di configurazione, flessibili, in grado di soddisfare qualsiasi casistica di utilizzo e di workload mission-critical in ambienti VMware.

Gli utenti delle appliance VxRail possono contare su migliori performance per le applicazioni che necessitano delle più alte prestazioni, con IOPS (Input/Output Operations per Second) fino a due volte superiori e tempi di risposta più che dimezzati; prestazioni affidabili con tempi di risposta nove volte più prevedibili e inferiori al millisecondo; versatilità nelle opzioni, per deployment dimensionati grazie a una flessibilità configurativa in grado di fornire: maggiori opzioni di processore, nuovi supporti SSD SATA, ulteriori opzioni per la connettività di rete e maggiori espansioni GPU. Il tutto per allinearsi esattamente alle esigenze dei clienti, senza rischiare fenomeni di sovradimnesionamento; supporto NAS software-defined con Dell EMC Isilon SD Edge per deployment di file edge-to-core o in sedi remote che si aggiunge alle funzionalità di VxRail per la replica remota e il cloud storage a oggetti.

Le appliance Dell EMC XC Series su PowerEdge

Le Dell EMC XC Series sui server PowerEdge di 14a generazione raggiungono prestazioni superiori e velocità di rete più elevate, grazie anche alle nuove configurazioni NVMe/SSD. Più in particolare, con le nuove appliance Dell EMC XC Series i clienti possono fare affidamento su: maggiori performance per i workload a calcolo intensivo arrivando fino al 50% di core in più per appliance; fino al 93% di capacità di calcolo in più per i workload che hanno nella densità storage la loro necessità primaria; ulteriori casi d’uso in ambienti VDI per esigenze di calcolo complesse, con il 50% di potenza GPU in più.