Dell chiude il quarto trimestre confermando le stime degli analisti

Grazie al boom registrato nelle vendite in ambito consumer, il produttore texano ha chiuso il 4° trimestre dell’anno fiscale 2002 con profitti per 456 milioni di dollari, 17 centesimi per azione.

Anche Dell ha beneficiato del positivo andamento
delle vendite registrato dai produttori di pc in ambito consumer. Lo dimostrano
i dati finanziari inerenti il quarto trimestre dell'anno fiscale 2002, che la
società ha terminato lo scorso 1° febbraio con profitti per 456 milioni di
dollari, o 17 centesimi per azione, su un fatturato di 8,1 miliardi. Nel
medesimo periodo dell'esercizio precedente i guadagni riportati dal produttore
texano erano stati 434 milioni, o 16 centesimi per azione, su 8,7 miliardi di
fatturato.
Il risultato registrato, che ha incontrato le stime degli analisti
di Wall Street, è imputabile principalmente alle vendite registrate in ambito
consumer che, solo negli Stati Uniti, sono aumentate del 50%, rispetto al
trimestre precedente. Ciò nonostante, James Schneider - Cfo di Dell - si è
affrettato a sottolineare che, stando alle previsioni, nei prossimi tre mesi
l'industria dei pc subirà un decremento del 10%, con una prevedibile
ripercussione sul fatturato della società che, nel primo trimestre dell'anno
fiscale 2003, dovrebbe subire un decremento compreso tra il 3 e il
5%.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here