Debutto estivo per i chip Tualatin

Ibm è, insieme a Dell, tra i primi sostenitori di Tualatin. Saranno in commercio già durante l’estate i primi notebook e desktop di Big Blue che adottano il nuovo processore Intel per ambienti mobile.

Ibm è già pronta ad avviare la fase commerciale del nuovo microprocessore Intel, nome in codice Tualatin, che verrà montato sui server di Big Blue. Intel ribadisce, tuttavia, che la nuova versione del chip Pentium III sarà presente anche a bordo di sistemi desktop e notebook. Tualatin è il primo di una nuova generazione di processori Intel particolarmente adatta agli impieghi in mobilità, grazie alle caratteristiche di bassa produzione di calore e a un consumo inferiore a quello dei passati processori. La ragione di questa frugalità risiede nella tecnica costruttiva a 0,13 micron, una misura riferibile alle dimensioni dei circuiti incisi sulla superficie dei chip con procedimenti elettrofotografici. La maggior parte dei processori Intel oggi in commercio utilizza ancora la tecnologia a 0,18 micron, più "ingombrante" e dunque maggiormente incline ad assorbire energia. Il processo manifatturiero non è l'unico elemento di novità in Tualatin, che vanta anche un nuovo nucleo architetturale, derivato da quello messo a punto per i Pentium III Mobile. Oltre alle prime anticipazioni sui server che verranno rilasciati nelle prossime settimane da Ibm, tra i primi nell'adottare il chip, Intel ha fornito i dettagli su un futuro portatile Dell equipaggiato con un Tualatin a 1 GHz.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here