Debutto al Comdex per i telefoni cellulari di nuova generazione

Parola d’ordine, velocità, nei collegamenti al Web naturalmente. Le ultime novità che hanno fatto capolino alla manifestazione di Las Vegas sono senz’altro le nuove reti 1Xrtt che allargheranno il mercato dei servizi wireless

Quelli presentati in occasione dell'edizione
autunnale del Comdex a Las Vegas sono telefoni cellulari in grado di collegarsi
a Internet a una velocità decisamente superiore rispetto agli odierni 56
Kbps.
Nello specifico, Kyocera, Lg Electronics e Samsung Electronics sono
alcuni dei maggiori produttori di handset 1Xrtt. Si tratta di apparecchi
telefonici che possono essere utilizzati nello stesso modo in cui si utilizza la
rete Cdma (Code Division Multiple Access), ma in più questi dispositivi sono in
grado di supportare la più veloce e più efficiente versione di questo genere di
rete, la 1Xrtt appunto. Il loro ingresso sul mercato è atteso per questo Natale,
o al massimo per i primi mesi dell'anno prossimo.

Durante il Comdex,
Samsung e Novatel sono stati gli unici vendor a presentare prodotti Gprs che
operano con la versione più veloce dell'attuale rete Gsm ugualmente utilizzata
da At&T e VoiceStream Wireless in tutta Europa. Nello specifico, la 1Xrtt è
teoricamente in grado di supportare una velocità di dati pari a 144 Kbps, contro
gli attuali 14,4 Kbps. In realtà, i vendor che producono telefoni cellulari
parlano di una velocità reale compresa tra i 60 e gli 80 Kbps, comunque
considerevolmente più elevata rispetto a quei 9,6 Kbps per il collegamento a
Internet.

Per riuscire a trarre vantaggio da questa disponibilità di
banda, la nuova generazione di telefoni cellulari dovrebbe essere in grado di
supportare una serie di applicazioni wireless basate su diversi linguaggi di
programmazione. Oltre ai benefici connessi alla banda larga, le reti 1Xrtt
porteranno con sé una serie di altri benefici sia per i carrier, sia per gli
utenti. Sono infatti dotate di una maggior capacità rispetto alle reti esistenti
e questo permette loro di gestire in maniera ottimale le telefonate anche nei
periodi di maggior flusso. Inoltre, la maggior efficienza delle reti di questo
tipo consente agli apparecchi telefonici di operare a un più basso livello di
potenza, quindi agli handset di avere una maggior durata.

Per il momento
gli operatori non hanno però reso noti i costi legati ai nuovi servizi per lo
scambio dati in modalità high-speed.
Contrariamente a Lg, Samsung e Kyocera,
gli altri vendor presenti sullo scenario internazionale hanno cominciato a
introdurre sul mercato dispositivi che non sono a tutti gli effetti apparecchi
telefonici, ma colgono comunque i vantaggi delle reti di nuova generazione
destinate ad allargare il mercato dei servizi wireless.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here