Dati non strutturati, c’è l’appliance di Red Hat

Varata la Storage Software Appliance due mesi dopo l’acquisizione di Gluster.

Lo scorso ottobre Red Hat ha acquisito il fornitore di soluzioni di storage open source Gluster.

A distanza di un paio di mesi dall’acquisizione, il nuovo team Storage di Red Hat ha creato il suo primo prodotto, la Storage Software Appliance, un sistema integrato per dati non strutturati.

Si basa su GlusterFs 3.2 e Red Hat Enterprise Linux 6.1 e punta a far trattare lo storage fisico come un insieme di risorse virtuali, standard e scale-on-demand.

Si indirizza alle aziende caratterizzate da massicce esigenze di storage e da differenti tipologie di workload come digital media e reti di fornitura di contenuti, storage nearline, condivisione di file, ambienti di backup e archiviazione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here