Database: la leadership è ancora di Oracle

Secondo un recente studio di Gartner Group, la socieà di Larry Ellison mantiene la posizione numero uno in questo mercato, ma Microsoft, sua rivale, sta guadagnando terreno.

Secondo una recente valutazione del Gartner Group, Oracle mantiene la posizione numero uno nel mercato dei database, ma Microsoft, sua rivale, sta guadagnando terreno. Secondo la ricerca, Oracle ha ampliato la propria posizione al 33,8% del totale del settore nel 2000, che nel 1999 risultava a 31,4%. Ibm è rimasta al secondo posto, economizzando una piccola crescita nel market share da 29,9 a 30,1%, mentre Microsoft è balzata da 13,1 fino a 14,9 percento. Qualche anno fa, Oracle si è trovata dinnanzi alla competizione intensa di Ibm e Microsoft nel mercato dei database, che è cresciuto a 8,8 miliardi di dollari nel 2000, con un 10% di aumento sull'anno precedente. La recente ricerca, comunque, mostra che la posizione di Oracle nel mercato sta indebolendosi, il che potrebbe portare a un risultato di perdite nel market share nel corso di quest'anno. Nel 2000, Microsoft ha sorpassato per poco Oracle, col 38% rispetto al 37,3% della concorrente.
E, mentre Oracle continua a dominare nel mercato del sistema operativo Unix, Ibm strappa market share e lotta con Informix per diventare il numero due in questo settore. Nelle vendite dei database basati su Windows, che sono arrivate a 2,4 miliardi nel 2000, il market share di Microsoft passa dal 35,2% al 38% (e non potrebbe essere diversamente), mentre Oracle scende dal 40,4 percento al 37,3 percento.
Anche Ibm “rosicchia” un po' del mercato di Oracle e la quota della casa di Armonk sale così dal 15,2 al 18,5 percento. In un mercato del valore di 3,6 miliardi di dollari per i database che funzionano con Unix, Oracle ha già preso il comando, col 66,2% seguita da Ibm (14,4%). Informix, acquisita di recente proprio da Big Blue, strappa un 6,7 percento. Microsoft, dal canto proprio, non opera nel settore dei database per Unix. Anche se lo studio del Gartner Group non riflette le vendite di quest'anno, secondo la ricerca, Oracle potrebbe perdere potenzialmente market share.
Il prossimo mese Oracle inizierà lo sviluppo del proprio nuovo database 9i, che competerà direttamente contro Ibm DB2 e il recente Sql Server 2000 di Microsoft. Globalmente, Sybase (3,2%) e Informix (3%) si trovano dietro ai leader, Oracle, Ibm e Microsoft.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here