Data warehouse trasformation nei supermercati Simply

Con Informatica PowerCenter potenziata da Vibe l’insegna del Gruppo Auchan sincronizza in modo rapido e sicuro il proprio patrimonio informativo.

Uno standard per accedere ai dati e incrementare efficienza operativa ed efficacia dei processi.

Sono questi i propositi che hanno guidato Simply Italia verso un'architettura tecnologica che, basata su Informatica PowerCenter e Teradata, promette all'insegna dei supermercati del Gruppo Auchan di razionalizzare e consolidare la gestione dei propri processi di integrazione dati.

Presente sul territorio nazionale in 19 regioni con oltre 1.500 punti vendita, di cui circa 300 amministrati direttamente e i restanti in affiliazione, per Simply la necessità di gestire una mole crescente di dati ha, infatti, reso necessaria l'implementazione di un sistema di data warehouse.

Obiettivo: accedere e comunicare tempestivamente le informazioni per una gestione corretta delle transazioni anche tra filiali e per la fidelizzazione dei clienti, particolarmente strategica nel settore retail.

Il tutto beneficiando ininterrottamente di operazioni integre sui dati e senza anomalie di esecuzione grazie a Informatica PowerCenter che, potenziata da Vibe, è di particolare supporto dell'area addetta alla gestione della logistica e di quella commerciale, che si occupa di prezzi e promozioni.

Ne è convito Antonio De Luca che, in qualità di direttore organizzazione, processi e sistemi informativi di Simply Italia, ha optato per una scelta tecnologica definita “idonea a gestire processi di transazione e analisi del dato e sulla quale sviluppare un sistema di data warehouse in grado di ottimizzare le performance aziendali”.

Selezionata per consolidare le informazioni dei flussi e ottenere un notevole incremento delle performance senza dover sviluppare codici ad hoc, Informatica PowerCenter è stata scelta anche per abbattere i costi dei progetti legati alla Business intelligence, oltre che al data warehousing.

Tanto che il team guidato da De Luca si dice certo di riuscire a ottenere “un ritorno sugli investimenti già entro un anno, in virtù del risparmio ottenuto nella gestione dei dati”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here