Dall’open al mixed source

L’evoluzione del concetto "open source" per Novell si chiama "mixed source". Detto in due parole, Novell vuole fare l’aggregatore di soluzioni open attraverso partnership con i leader open delle singole nicchie di mercato, facendosi …

L'evoluzione del concetto "open source" per Novell
si chiama "mixed source". Detto in due parole, Novell vuole fare l'aggregatore
di soluzioni open attraverso partnership con i leader open delle singole nicchie
di mercato, facendosi garante presso l'azienda cliente anche delle soluzioni
che non sono farina del suo sacco. La prima iniziativa "mixed source",
presentata la primavera scorsa, comprendeva soluzioni di JBoss e
Oracle rivestite dei server blade ed è stata presentata
come Validated Configuration Program. L'evoluzione dell'iniziativa prevede partnership
con altri leader del mondo open, primo fra tutti MySql. «Il
mixed source è un'opportunità per i nostri partner
- afferma
Andrea Rossi, principal di Novell Italia -, che possono
attingere a un'offerta enterprise ancora più completa e ci possono costruire
i relativi servizi»
. Lo stack "mixed source" si integra
all'interno delle aree di intervento di Novell, ossia soluzioni per data center,
identity & access management, resource management, workgroup e desktop.

Rossi sottolinea le conquiste di Novell Italia, in particolare nel
mercato data center e identity & access management: «Banca Popolare
di Milano, Nextra e l'Ente Spaziale Europeo
- afferma il manager
- sono nostri nuovi clienti» notando in Italia una crescita di
interesse per le soluzioni di identity management, anche se per il manager «c'è
ancora poca consapevolezza del trend di unificazione delle varie soluzioni»
.
Nell'ambito delle soluzioni più propriamente di fascia alta, gran
parte degli introiti provengono da servizi, consulenza, installazione e manutenzione.
Tutte opportunità per il canale, dunque, anche se Rossi, come partner
di consulenza in ambito enterprise, nomina system integrator internazionali
del calibro di Cap Gemini o Eds e, come unico esempio italiano,
Gruppo Engineering.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here