Dall’Italia al Mediterraneo, ecco la sfida di Dexxon

I risultati economici raggiunti nel 2009 valgono alla filiale guidata da Roberto Guzzi il compito di posizionare il brand Emtec nell’Area Mediterraneo.

Con un fatturato 2009 pari a 14 milioni di euro, in crescita del 55% rispetto all'esercizio precedente, non stupisce che Dexxon Italia sia stata chiamata alla guida dell'Area Mediterraneo per curare il posizionamento di Emtec in Grecia, Turchia, Albania, Cipro e Paesi Baltici.

Lungo la strada tracciata quattro anni fa dalla multinazionale attiva nella distribuzione che, con l'acquisizione del marchio Emtec è entrata nel mercato dello storage con un brand proprio assicurandosi, al contempo, una presenza diretta in alcuni Paesi ritenuti strategici, una serie di fattori si sono rivelati strategici.

A parlarne con noi è Roberto Guzzi, da maggio 2006 amministratore delegato di Dexxon Italia, ma già in Emtec Italia ai tempi in cui si chiamava Basf e operava nell'allora florido mercato delle audio e delle video cassette.

Secondo il manager, a premiare è stata soprattutto una politica commerciale che, nel 2009, ha visto rafforzarsi le partnership con realtà della Gds, come MediaWorld, Saturn, Euronics ed Expert. «Nel caso della Grande distribuzione - è l'ulteriore precisazione - abbiamo rafforzato la collaborazione con Conad, Auchan e Panorama passando da mero fornitore a partner intenzionato a implementare il proprio progetto multimediale differenziandolo in base ai diversi target nei singoli punti vendita».

Una politica che in Italia ha dato i suoi frutti, tanto che il 90% dei 14 milioni di euro fatturati arrivano proprio dalla vendita delle soluzioni Emtec. Non solo quelle della linea Movie Cube, «brand talmente noto - sottolinea Guzzi - da venir comunemente utilizzato per identificare il mercato dei multimedia player», ma anche grazie alle memorie e alle chiavette Usb. Le stesse che, «pensate per realizzare un acquisto d'impulso, secondo i dati rilevati da GfK, a dicembre 2009 sono valse a Emtec una market share, sia in termini di valore che di volume, del 10% andando a posizionare il nostro brand al 2° posto nel mercato italiano, alle spalle di SanDisk».

La perplessità, se di perplessità si può parlare, è riferita all'arduo compito affidato al team di Guzzi che, similmente a come dovranno fare Dexxon Uk per l'Area Nord, Dexxon Germany per l'Area Centro-Est e Dexxon France per l'Area Sud, ha per le mani territori (Grecia e Turchia, in primis) non certo semplici da decifrare e per nulla simili, anche dal punto di vista delle realtà distributive presenti, al territorio italiano.
Ma Guzzi, che si dice consapevole, fa affidamento su una strategia che, per il momento, ha dato i suoi frutti e che affida ai prodotti con meno di un anno di vita l'80% del fatturato.

La sfida, allora, è crescere del 55% anche nel resto dell'Area Mediterraneo approcciando, in una logica d'innovazione, il mercato degli hard disk
multimediali, delle memorie e delle Flash Drive Usb
a marchio Emtec «grazie a soluzioni innovative racchiuse in packaging accattivanti e promosse sul mercato con il giusto marketing mix e un modello distributivo che sia rispettoso dei diversi territori in cui verrà applicato».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here