Dal 10 gennaio chiude il portale MyPalm

Per non disperdere le energie in un periodo di importante ristrutturazione, Palm ha deciso di cessare l’attività del sito e di dismettere tutti i servizi ad esso correlati

Un consiglio per chi usa il portale MyPalm: quando
visitale il sito cliccate sul pulsantino in alto a destra che riporta la
dicitura "Messaggio importante per gli utenti

". Contiene informazioni davvero importanti: infatti dice che a
partire dal prossimo 10 gennaio il portale verrà chiuso e verranno dismessi i
servizi a esso collegati. In pratica, cesseranno iniziative come Address Book e
Date Book e i servizi Date Book Update e Free Time Viewer inerenti il portale
MyPalm mobile. Aspetto essenziale: tutti i dati presenti saranno cancellati in
modo permanente e non sarà più possibile recuperarli. Ovviamente, anche la posta
elettronica correlata con il sito cesserà di funzionare.


A essere sinceri, data la sua entità l'operazione
meriterebbe più visibilità: sembra infatti quasi che Palm abbia timore di
confessare quel che ha intenzione di fare, ma d'altra parte è risoluta e sa che
è un'iniziativa che non ammette deroghe. In un momento in cui l'azienda sta
operando un'importante ristrutturazione nel tentativo di ritrovare una propria
identità, risulta infatti essenziale non disperdere le forze e concentrarsi
sugli obiettivi primari che, come ci ha confermato il retail manager per
l'Italia Marco Rinaldi, «al momento si riducono essenzialmente alla gestione
della suddivisione delle attività in Solution Group, per quanto riguarda la
parte software, e Platform Solution Group, per quanto concerne i
device».


«MyPalm - ha proseguito Rinaldi - rimane
un'iniziativa molto bella e divertente ma in un periodo come questo, in cui
dobbiamo concentrarci sulle priorità, risulta troppo costosa»

. A fronte di ciò, è evidente che la chiusura
del portale, che era stato inaugurato un anno fa, sia un fatto imprescindibile.


Il messaggio che Palm rivolge agli utenti non è comunque un addio bensì un
arrivederci, anche se indirizzato a pochi intimi. Viene infatti specificato
chiaramente che tutti coloro che dispongono di un palmare in grado di comunicare
in modalità wireless (ossia dei modelli VII o VIIx, che sono venduti solo in
Usa) potranno continuare a usufruire del servizio di posta elettronica
attraverso il sito Palm.net. Ricordiamo però che anche in Europa è possibile
accedere a Palm.Net attraverso cellulari Gsm o Gprs e quindi anche da noi può
essere ristabilito un contatto con i servizi Palm, che rimangono gratuiti come
gratuito rimane l'uso delle Web Slipping Application. Inoltre, se si escludono
Date Book Update e Free Time Viewer, i restanti servizi presenti sul portale
MyPalm mobile restano attivi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here