Da Lsi più investimenti per il canale

La società ha dichiarato l’intenzione di aumentare gli investimenti sul mercato italiano, annunciando anche la disponibilità di nuovi adattatori 3ware veicolati attraverso il canale

Cresce l'attenzione di Lsi nei confronti del canale, allargato da metà dell'anno scorso a system integrator, reseller e system builder dopo anni di soli accordi Oem.
Lo specialista di soluzioni storage e networking ha, infatti, annunciato di avere messo a punto un nuovo partner program, arricchendolo di nuovi tool tecnici e commerciali.

«Per il 2010 - ha specificato Suresh Panikar, worldwide channel partner marketing and communications di Lsi -, intendiamo, tra l'altro, concentrare i nostri sforzi commerciali e di marketing su alcune geografie specifiche, tra cui l'Emea e, all'interno di questa, l'Italia, in particolare. Qui, infatti, si stanno registrando alcuni importanti movimenti di ripresa, inseriti all'interno di un mercato dalle buone potenzialità di business». Potenzialità che, secondo Panikar, possono arrivare a rappresentare il 6-8% del giro d'affari worldwide della società, circa 2,9 miliardi di dollari nel 2009.

Naturalmente, per cogliere tutte le opportunità offerte dal mercato è, però, importante che il canale disponga anche delle soluzioni più adatte a intercettare le necessità dei clienti, un aspetto soddisfatto da Lsi attraverso il rilascio di alcuni nuovi controller Raid a brand 3ware veicolati esclusivamente attraverso il trade.

In particolare, la serie 9750 Sata+Sas, basata sulla tecnologia Sas da 6 Gb/s, amplia l'offerta di adattatori dedicati allo storage, indirizzandosi alle piccole e medie imprese con necessità multimediali in ambito video ondemand, video surveillance e video editing.

Progettati per gestire la connettività interna, i nuovi controller Raid, disponibili in configurazioni a quattro e otto porte, sono  facilmente integrabili con le esistenti infrastrutture Sata e Sas da 3 Gb/s, dispongono di una suite software, 3dm2, con un'interfaccia estremamente intuitiva per creare, gestire e monitorare in remoto le batterie Raid e le singole unità 3ware, e, infine, garantiscono una velocità fino a 2,5 Gb/s in lettura sequenziale e fino a 1,1 Gb/s in scrittura sequenziale.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here