Da Ibm i primi dettagli sui futuri midrange iSeries

L’evoluzione della famiglia 270, già nota come Regatta, è destinata a essere rilasciata probabilmente nella seconda parte dell’anno. È possibile l’impiego di un processore più avanzato del Power4, capace di combinare maggiore potenza e bassi consumi.

Ormai è risaputo che i nuovi server della famiglia Ibm Regatta, basata su chip Power4, previsti per il prossimo luglio, porteranno impresso il marchio iSeries e potranno utilizzare sia Os/400 sia Linux come sistemi operativi. Ma finora Ibm non aveva precisato alcunché sui suoi piani di aggiornamento della linea Model 270. Oggi però Big Blue sembrerebbe intenzionata a rilasciare, forse nella seconda metà dell'anno, un processore leggermente più avanzato pensato appositamente per la famiglia iSeries Model 270. La società non è entrata in ulteriori dettagli ma le opzioni possibili sono numerose.

I modelli monoprocessore dell'attuale serie Model 270 utilizzano i chip S-Star PowerPc e sono equipaggiati con un singolo processore da 540 MHz privo di cache di secondo livello o in una versione con 2 megabyte di cache. I diversi livelli di prestazioni ottenibili su queste macchine sono modulati attraverso il sistema operativo o dalla presenza della memoria aggiuntiva. Le macchine Model 270 a due vie utilizzano invece gli S-Star PowerPc a 600 MHz con 4 MB di cache L2. In base alle attuali misurazioni di performance si calcola che la prima versione equivale a 1.070 Cpw (commercial processing workload) e la seconda a 2.350 Cpw. Per incrementare questi livelli Ibm deve scegliere di estendere le cache L2 e aumentare al contempo la frequenza di clock. Per questo potrebbe puntare sui chip S-Star oggi montati a bordo dei sistemi pSeries 660, che utilizzano versioni del chip a 668 e 750 MHz con rispettivamente 4 e 8 MB di memoria cache.

Meno probabili sono invece le notizie secondo cui Ibm potrebbe spingere ulteriormente le frequenze operative degli S-Star. La sorpresa potrebbe arrivare dai chip Power4, che forse potrebbero essere rivisti per alimentare nuove versioni a basso costo dei sistemi iSeries e pSeries.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here