Da Google un servizio per gli amministratori di rete

Safe Browsing Alerts for Network Administrators informerà gli amministratori di rete circa l’eventuale presenza di pagine web ospitanti contenuti dannosi all’interno del loro network.

Google ha annunciato che d'ora in poi sarà in grado di informare tempestivamente gli amministratori di rete circa l'eventuale presenza di pagine web ospitanti contenuti dannosi all'interno del loro network. Il nuovo servizio, battezzato "Safe Browsing Alerts for Network Administrators", offre la possibilità di registare uno o più AS (acronimo di "autonomous system") in modo da ricevere, via e-mail, eventuali messaggi di allerta.

Gli AS sono insiemi di indirizzi IP corrispondenti a macchine collegate alla rete Internet e pubblicamente raggiungibili. Nel caso in cui Google dovesse rilevare la presenza di elementi sospetti su una o più pagine ospitate negli AS gestiti dallo stesso amministratore, provvederà ad inviare un messaggi di posta con l'indicazione degli oggetti potenzialmente dannosi.

Secondo Google, il nuovo servizio consentirà ai gestori di un gran numero di sistemi, collegate alle medesime reti, di essere informati circa attività potenzialmente pericolose in essere sui vari siti web ospitati.

In precedenza, solamente i responsabili di ciascun sito web - previa registrazione - potevano ricevere le e-mail di Google in caso di pericolo (ad esempio qualora dovessero essere rilevate delle infezioni in una o più pagine web).

Secondo i portavoce del colosso di Mountain View, la nuova iniziativa dovrebbe facilitare una più stretta collaborazione tra chi gestisce le reti (provider, ISP) ed i responsabili del corretto funzionamento di server web e siti Internet.
Il servizio "Safe Browsing Alerts for Network Administrators" è fruibile consultando questa pagina.
Chiunque può verificare gli AS di apparteneza di un sito web utilizzando, ad esempio, questo servizio: è sufficiente sostituire l'ultima parte dell'indirizzo (www.google.it) con l'indirizzo del sito web oggetto di analisi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here