D.Max Scarl: un consorzio per PA e large account

Società consortile, nata dall’unione di DLI, Max Italia e Olisistem ITQ Consulting, è specializzata nelle aree servizi infrastrutturali, content management ed enterprise software.

Si chiama D.Max Scarl ed è una neocostituita società consortile della quale fanno parte quali membri fondatori DLI, Max Italia e Olisistem ITQ Consulting, specializzate rispettivamente nella commercializzazione di soluzioni infrastrutturali hardware e software per grandi Clienti privati e pubblici, nella gestione di servizi infrastrutturali complessi e di governo di soluzioni specialistiche, nell'area dei servizi professionali, dell'assistenza tecnica e delle soluzioni tecnologiche.

Forte delle competenze e delle specificità ora riunite in una nuova entity, D.Max Scarl si propone su tutto il territorio nazionale come System Integrator di riferimento nel mercato PA e Large Account.

In particolare, la nuova struttura ha identitifcato tre aree di intervento per le quali intende operare come interlocutore di riferimento per i suoi clienti.
In primo luogo i servizi infrastrutturali, nel quale opera nella realizzazione e nella gesrtione di sistemi Ict, grazie a partnership consolidate con aziende del calibro di Ibm, Hp e Fujitsu. Data center, soluzioni Networking e VoIp, procurement e assessment infrastrutturale, secondo best practice Itil sono gli ambiti nei quali D.Max Scarl è in grado di portare il suo supporto tecnico e strategico.

La seconda area di intervento è rappresentata dal content management: in questo caso si parla di progetti complessi di Business Intelligence, realizzati su piattaforme di riferimento quali Business Object, Microstrategy, SAS, Cognos, Actuate, di Performance Management, di Datawarehouse.

Infine, la terza area è rappresentata dall'Enterprise Software, vale a dire dai progetti in area Erp, Crm e Soluzioni Applicative, con focus specifico sul fronte Sap Business Suite e declinazioni sia sul fronte On Demand, sia sul fronte sviluppo.

Con sede a Roma, per evidenti motivi dato il target di riferimento, D.Max Scarl, che conta su un organico di 400 addetti complessivi e un fatturato aggregato di circa 65 milioni di Euro, opera attraverso un network di partner tecnologici ben conosciuti alle società consorziate, sia per la loro competenza, sia per la loro capacità di presidiare il territorio.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here