Csc respinge al mittente l’offerta di Ca

Il consiglio d’amministrazione di Computer Sciences ha deciso di rifiutare l’offerta d’acquisto di 9.8 miliardi di dollari in contanti proposta da Computer Associates. Secondo il management (e dietro pressione degli azionisti) il valore di 108 dollari

Il consiglio d'amministrazione di Computer Sciences ha deciso di rifiutare
l'offerta d'acquisto di 9.8 miliardi di dollari in contanti proposta da
Computer Associates. Secondo il management (e dietro pressione degli
azionisti) il valore di 108 dollari per azione non K da giudicarsi congruo.
Non solo: Csc far} uso di tutti i mezzi legali necessari per difendersi dal
tentativo di scalata e riterr} Ca responsabile per gli eventuali danni
subiti. La risposta K piuttosto secca e fa seguito alla decisione di
Computer Associates di dar seguito alla propria proposta d'acquisto "non
sollecitata", secondo le procedure dell'offerta ostile, attraverso la
Security and Exchange Commission. Csc far} riferimento allo stesso
organismo per produrre una risposta formale, mentre la presa di posizione
qui descritta K stata ufficializzata con una lettera scritta dal Ceo, Van
Honeycutt, al presidente e Ceo di Ca, Charles Wang.
Si profila ora una dura battaglia legale e finanziaria. Ca ha gi}
dichiarato di essere pronta a combattere facendo leva sugli azionisti
schierati a proprio favore. Honeycutt, per converso, ha anticipato a Wang
che la sua azienda ha gi} studiato misure di protezione contro un tentativo
giudicato "minaccioso e lesivo per il valore della societ}". In casa
Csc, in particolare, si teme che la fusione con Computer Associates possa
indebolire il credito verso il mercato, l'immagine di indipendenza dalle
piattaforme e possa innescare una fuga di personale importante.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here