Crescono le Web Tv ma va affinato il modello di business

Secondo Ernst & Young nel 2008 il numero di “emittenti” in Italia è aumentato del 33%. Soffre invece l’Iptv con soli 600.000 utenti

L'utilizzo dei media sta cambiando rapidamente e le aziende devono adeguarsi per individuare quello più adatto a veicolare le proprie comunicazioni. Con questa finalità Ernst & Young ha realizzato nel 2008 l'indagine “New media: sfide e opportunità di sviluppo per il mercato italiano”, che fa luce tra le differenti forme che ha ormai assunto il vecchio televisore.
Lo studio conferma prima di tutto una tendenza nota da tempo ma che nel 2008 sembra essersi accentuata: la Web Tv, cioè i canali che si vedono tramite Internet sul pc, si è affermata come alternativa concreta per veicolare contenuti video, tanto che lo scorso anno in Italia il numero delle Web Tv è aumentato del 33% rispetto al 2007, con 364 operatori che gestiscono 633 canali Web. Secondo l'analista questo è un mercato emergente che gode di ottime potenzialità, legate al progressivo allargamento del target e al miglioramento della qualità dei contenuti, ma vi sono criticità importanti da risolvere, prima tra tutte il modeldo di business, cioè la capacità di monetizzare i contenuti.
Il tasso di penetrazione della Iptv, nonostante questo sia un settore più collaudato, resta invece abbastanza basso in confronto ad altri paesi europei: secondo, Ernst & Young in Italia gli utenti sono circa 600.000, contro i 5 milioni di Sky e Mediaset Premium (in Francia gli utenti di Iptv sono 4,4 milioni). In questo modo si instaura in circolo vizioso: lo scarso numero di abbonati causa una bassa redditività per gli operatori che quindi non investono in contenuti di maggiore qualità.
Un capitolo a parte Ernst & Young lo dedica poi ai mobile video, fruiti quindi con Internet mobile. Nonostante una penetrazione del mobile Internet buona (14% contro il 12% della media europea) qui la propensione degli italiani è decisamente scarsa: solo il 4% degli utenti mobili guarda i video sul proprio terminale portatile e in genere si tratta di consumatori non assidui (10 accessi al mese).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here