Crescono ancora i Vas per Tim

Presentata la prima trimestrale d’esercizio. Crescono l’Arpu e l’incidenza dei servizi a valore aggiunto.

Il Consiglio di Amministrazione di Tim ha approvato i risultati del primo
trimestre 2005. Nel periodo in esame, i ricavi consolidati del Gruppo sono pari
a 2.950 milioni di euro con una crescita del 9,4% rispetto al primo
trimestre.
I ricavi dell'area internazionale sono pari a 592 milioni di euro, in crescita del 45,8% rispetto ai primi tre mesi 2004.
L'Ebitda è pari a 1.390 milioni di euro, in aumento del 7,9% rispetto allo stesso periodo 2004, mentre l'incidenza dell'Ebitda sui ricavi e' pari al 47,1% .
L'Ebit risulta pari a 937
milioni di euro con una crescita del 1,1% rispetto al primo trimestre 2004.

Le linee mobili del Gruppo hanno toccato quota  42,1 milioni con un
incremento del 17,5% rispetto al 31 marzo 2004 e del 2,8% rispetto a fine 2004.

Per quanto riguarda Tim Domestic, vale a dire le operazioni gestite da Tim
S.p.A. fino alla data dello scorporo e da Tim Italia S.p.A. per il periodo
successivo, i ricavi raggiungono i 2.361 milioni di euro, con un incremento del
3,0% rispetto al primo trimestre 2004. In particolare contribuisce alla crescita
il forte sviluppo dei servizi a valore aggiunto, pari a 352 milioni di euro
(+17,7% rispetto al primo trimestre 2004).
L'incidenza dei Vas sul totale
ricavi raggiunge il 14,9%, la percentuale dei servizi innovativi raggiunge il
31%.
L'Arpu dei primi tre mesi 2005 è pari a 28,1 euro, con una crescita del
1% rispetto ai primi tre mesi 2004.
L'Arpu Vas raggiunge i 4,3 euro (+13,6%
rispetto al primo trimestre 2004).
Quanto al numero delle linee, sono 26,2
milioni di linee, pari al 41% di market share.
Tale valore non include 600
mila linee "silenti".

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here