Credito d’imposta per l’e-commerce di prodotti agricoli

Con la circolare n. 67351/2015, l'Agenzia delle Entrate ha indicato le modalità di presentazione delle domande per l’attribuzione del credito d’imposta per la realizzazione e l’ampliamento di infrastrutture informatiche, finalizzate all’avvio e allo sviluppo del commercio elettronico di prodotti agricoli. Possono accedere al credito d’imposta 2016 per l’e-commerce le piccole e medie imprese, compresi consorzi e cooperative, attive nel settore agricolo, agroalimentare, della pesca e dell’acquacoltura, interessate alla realizzazione e all’ampliamento di infrastrutture informatiche.

Le spese finanziate saranno quelle finalizzate esclusivamente all’avvio o allo sviluppo del commercio elettronico, relative a dotazioni tecnologiche, software, progettazione e implementazione, sviluppo di database e sistemi di sicurezza.

Sono ammissibili alle agevolazioni esclusivamente le spese sostenute per nuovi investimenti, regolarmente fatturate e quietanzate, al massimo fino al loro valore di mercato, realizzate per il primo periodo di imposta, dal 14 marzo 2015, data di entrata in vigore del Decreto, al 31 dicembre 2015, per i periodi di imposta successivi, nel corso dell’intero anno precedente a quello di presentazione della domanda.

Per fruire dell'agevolazione, le imprese devono presentare alla Direzione generale per la promozione della qualità agroalimentare e dell’ippica – Ufficio Politiche di filiera (PQAI III), dal 20 febbraio al 28 febbraio dell’anno successivo a quello di realizzazione degli investimenti, specifica istanza di concessione delle agevolazioni.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome