Così il Crm di Siebel diventa on demand

Sarà disponibile entro la metà dell’anno la nuova soluzione Crm di Siebel, offerta in hosting da Ibm Global Services.

1 marzo 2003 Il Customer relationship management sta attraversando un periodo di profonda trasformazione. Dopo aver implementato per anni soluzioni in grado di gestire le informazioni relative al cliente fornendo scarse capacità analitiche e limitati strumenti di integrazione con l'intera infrastruttura aziendale, ora i maggiori fornitori di tecnologia stanno ripensando la propria offerta adattandosi maggiormente alle effettive richieste i mercato. Primo ostacolo da aggirare le limitazioni agli investimenti tipiche di una fase di mercato caratterizzata da budget contenuti. E' da qui che prende avvio la nuova offerta Crm OnDemand di Siebel, alleatasi a Ibm Global Services per garantire l'hosting di una soluzione in grado di amministrare i processi e le informazioni sui clienti per meglio supportare le vendite, il marketing e i servizi.
"Le caratteristiche di Crm OnDemand sono la semplicità e l'immediatezza d'uso - ha sottolineato Luisa Arienti, vice president e country manager Siebel Systems Italia -, ma soprattutto la possibilità di essere impiegato anche nelle piccole realtà. Il pagamento a consumo prevede una quota mensile di 70 dollari per utente e non richiede alcuna installazione aggiuntiva di software e hardware da parte dei clienti. Nel prezzo sono, tra l'altro, inclusi manutenzione, upgrade, supporto e training". Sono esclusi, quindi, i servizi di caricamento dei dati aziendali, operazione, che secondo quanto riferito dalla società, può essere eseguita in pochi giorni usando alcuni pacchetti specifici, oltre all'interfacciamento con le applicazioni presenti in azienda.
Disponibile in Italia entro la prima metà dell'anno, Crm OnDemand fa leva su una caratteristica fondamentale per conquistare le Pmi, l'hybrid deployment. "La soluzione è compatibile con i sistemi esistenti - ha puntualizzato Ken Rudin, vice president e general manager Siebel Crm OnDemand - e permette l'implementazione di un modello ibrido on-premise e hosted, elemento che garantisce maggiore protezione agli investimenti aziendali, dal momento che permette una evoluzione dell'infrastruttura in entrambe le direzioni". Oltre all'organizzazione e all'archiviazione dei dati, Crm OnDemand offre anche strumenti di analisi delle informazioni, come chart interattive, report, dashboard e tool per una gestione proattiva. "Attraverso Contact OnDemand, la soluzione garantisce l'integrazione con soluzioni telefoniche - ha continuato Rudin -, può gestire voce, voicemail, email e quant'altro, ed effettua il tracking delle telefonate. Fino ad oggi per costruire un contact center servivano pesanti investimenti in hardware e software. Ora, con questa nuova soluzione, qualunque azienda può averne uno. E' sufficiente disporre di un computer, di una linea telefonica e di un qualsiasi tipo di telefono".
Sviluppato con Ibm, Crm OnDemand sarà oggetto di campagne marketing e operazioni commerciali congiunte. "L'alleanza con Siebel rappresenta una partnership strategica per Ibm - ha sottolineato Andrea Gennari, eBusiness Hosting Services, Ibm Global Services Emea region South - e si inquadra perfettamente nella logica on demand su cui stiamo spingendo da tempo. Per quanto concerne Crm OnDemand, Ibm fornirà l'hosting della soluzione, mentre Siebel si incaricherà della tariffazione. Entrambe le società offriranno, invece, supporto e servizio". La commercializzazione passerà attraverso il sito www.crmondemand.com, un telecenter congiunto Siebel e Ibm e le foze vendita dirette di entrambe le società.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here