A cosa serve una Vpn e come si sceglie

A cosa serve una Vpn, e perché dovremmo averne bisogno? A queste domande cerca di dare una risposta chiara e semplice Daniel Markuson, Digital Privacy Expert di NordVpn.

NordVPN è un’azienda che si occupa di soluzioni per la privacy e la sicurezza. Nel rispondere alle domande citate, l’azienda fa riferimento a un dato.

Secondo GlobalWebIndex, il 25% degli utenti Internet ha utilizzato una Vpn nell'ultimo mese.

Cos’è, quindi, una Vpn?

Iniziamo con il dire che VPN sta per Virtual Private Network, ovvero rete virtuale privata.

Si tratta di un servizio che cripta il traffico Internet e applica uno schermo di protezione alla nostra identità online.

VPNQuando si utilizza una Virtual Private Network, il servizio reindirizza tutti i dati inviati e ricevuti attraverso uno speciale server Vpn.

Questo processo presenta due vantaggi principali: innanzitutto crittografa tutti dati dell’utente, e poi sostituisce il suo indirizzo IP.

In tal modo diventa molto più difficile rintracciare ciò che l’utente fa online, rubare le sue password o accedere ad altre informazioni personali.

Paragonandolo alla posta tradizionale, spiega Markuson, navigare online senza Vpn è come utilizzare lettere e buste.

Usare una Vpn è come spedire la posta in un mezzo blindato. Fa sì che sia più difficile rubare o leggere la posta personale, e in più nasconde l’indirizzo da dove è stata inviata. A loro volta, anche le “comunicazioni” dalle persone o siti web con cui ci colleghiamo, viaggeranno su un mezzo blindato.

Come scegliere una Vpn

Ci sono molti punti per i quali una VpnN può risultare preziosa.

Le caratteristiche però dipendono dai servizi e dagli strumenti utilizzati. Inoltre, alcuni provider di servizi Vpn potrebbero dover comunque raccogliere i dati di navigazione degli utenti, a causa della regolamentazione del Paese in cui operano.

In caso di Vpn gratuite, sarebbe meglio verificare se la monetizzazione del servizio non avvenga mediante i dati degli utenti. Per quanto riguarda le prestazioni della rete, invece, quanti più server ha in esercizio il fornitore, in diverse aree geografiche, tanto più si evita il rischio di lentezza e congestione.

E naturalmente sono importanti i livelli, i protocolli e gli standard di crittografia utilizzati. È opportuno che essi siano i più forti disponibili al momento e di ultima generazione.

Per quel che concerne la comodità d’uso, è indubbiamente pratico avere a disposizione un supporto multipiattaforma e multi-device. Sono numerosi i servizi Vpn che offrono la compatibilità con i sistemi più diffusi, quali Android, Windows, iOS, Mac, Linux.

L’offerta NordVpn

NordVpn fornisce per l’appunto un servizio Vpn che scherma l’attività su Internet dei suoi utenti. Offrendo in tal modo un livello in più di protezione contro malware e attacchi informatici, aumentando la cybersecurity.

Il servizio NordVpn utilizza AES (Advanced Encryption Standard) con chiavi da 256 bit. Si basa su OpenVpn, un software open source maturo, affidabile e robusto. Inoltre, NordVpn ha iniziato a utilizzare il protocollo di sicurezza NGE (Next Generation Encryption, crittografia di nuova generazione) in IKEv2/​IPsec.

Attualmente i server NordVpn sono più di 5.000, e si trovano in 61 Paesi diversi. Il fornitore offre inoltre app ed estensioni per i principali sistemi operativi e browser. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito a questo link.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome