Cosa fare per portare l’hotel nel Web 2.0

Tre regole per entrare senza sforzo nel nuovo turismo. In fretta

Lo ha scritto Hospitalitynet e lo ha ripreso Booking Blog. Gli interventi da fare subito per proiettare il proprio hotel nel mondo del Web 2.0 sono tre. E sono molto semplici.


Prima di tutto bisogna monitorare la presenza online del proprio hotel. Qui trovate una lista abbastanza aggiornata dei siti che ospitano i commenti degli utenti. Altri siti arriveranno con altre funzionalità. Come quella proposta da Travelocity che permette agli utenti di filtrare le recensioni a seconda degli interessi.


Poi c'è Google alert che vi avverte ogni volta compare un messaggio sulla rete con il termine indicato da voi come parola chiava (il nome del vostro hotel, per esempio con qualche variante tipo anche il nome della località).


Una volta che siete venuti a conoscenza delle opinioni dei clienti sul vostro hotel bisogna rispondere con prontezza alle recensioni negative. Bisogna farlo usando il buon senso, riconoscendo gli errori e difendendosi quando l'accusa è palesemente falsa. Ma bisogna farlo.


E poi riscrivete la presentazione dell'albergo sul sito (qui una guida) secondo gli occhi dei clienti. Cambiate visuale e mettete in risalto ciò che è stato sottolineato nelle recensioni.


Il mondo del turismo sta cambiando a una velocità sorprendente. Le riviste di viaggi perdono peso (quante ne sono già state chiuse?) e il peso del parere degli utenti finali è ormai preponderante. E' il caso di prenderne atto.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here