Il controllo della produzione fatto con dispositivi mobile: Ignition 8

Inductive Automation, distribuita in Italia da Efa Automazione, ha rilasciato Ignition 8, nuova versione della piattaforma software per le applicazioni avanzate di gestione e supervisione della produzione. Tra le novità, un superiore livello di sicurezza e l’apertura completa verso il mondo mobile.

Componente centrale del nuovo Ignition 8 è infatti il modulo Perspective, sistema di visualizzazione con cui i dispositivi mobili hanno tutti gli strumenti e le funzionalità dei client PC.

Ignition è una soluzione software che integra in un unico ambiente funzionalità Scada–HMI (controllo, supervisione, acquisizione e visualizzazione dati), MOM (Manufacturing Operations Management) e IIoT (Industrial Internet of Things).

A oggi la piattaforma Ignition è utilizzata i decine migliaia di applicazioni implementate in oltre 100 Paesi e in vari settori industriali: automotive, macchine automatiche, alimentare, imbottigliamento, beni di consumo, acciaierie, ambiente e territorio.

Il modulo Perspective consente di implementare su mobile applicazioni web responsive, rendendole fruibili nelle stesse identiche modalità smart le applicazioni industriali.

 

Programmabilità e cybersecuirty

Perspective funziona con qualsiasi browser HTML5 e non richiede installazione di plug-in. Integra i servizi tipici offerti dalla tecnologia mobile come GPS, fotocamera, Bluetooth, orientamento adattivo dello schermo e altro ancora.

Grande attenzione è stata posta agli aspetti relativi alla cybersecurity: il nuovo Ignition 8 supporta tutti i principali protocolli di crittografia, integra l’autenticazione a due fattori, come il single sign-on.

Efa Automazione (Cernusco sul Naviglio, Milano) propone prodotti, soluzioni e know how per la connettività per l’integrazione di sistemi. È unto di riferimento per system integrator e OEM in ambito di IIoT, data collection & management, teleassistenza, HMI/Scada e soluzioni per la comunicazione industriale. Con soluziioni cloud e wireless colma il gap tra i mondi IT (Information Technology) e OT (Operation Technology). Tra i brand di maggior valore che EFA distribuisce e supporta su
tutto il territorio nazionale vi sono HMS Networks, Kepware, Inductive Automation, Beijer Electronics, Hakko Electronics e altri.

Tra i punti di forza della nuova release Ignition 8 si segnala anche la capacità di supportare grandi architetture, con la possibilità di far convivere in un unico sistema standard differenti che possono essere personalizzati localmente a seconda delle specifiche esigenze.

Con Ignition 8 Inductive Automation ha aperto la strada verso un nuovo modo di intendere le applicazioni, non più basato sul classico concetto di licenza, bensì di soluzione.

Tag senza limiti, ereditarietà e client

I miglioramenti introdotti nella gestione delle tag sono un esempio di come Ignition 8 abbia recepito le esigenze dei clienti.
Punti di forza di Ignition da sempre è la capacità di gestire un numero pressoché illimitato di tag. Spesso però si manifestavano rallentamenti se il numero di tag superava il mezzo milione, per la massiccia richiesta di memoria. Ora le tag in Ignition 8 sono più veloci e il modello di gestione è stato rivisto per poterle personalizzare con attributi e setpoint in modo semplice e senza script. Questa maggiore flessibilità di editing, importazione e spostamento, consente a Ignition 8 di essere più agile e performante.

Franco Andrighetti e Gianfranco Abela di Efa Automazione, loro la scelta di portare Ignition in Italia

Ignition 8 offre anche una maggiore flessibilità nella gestione dei progetti grazie all’introduzione di un nuovo modello di ereditarietà per cui è possibile definire insiemi di risorse a livello centrale, che possono essere condivise e riutilizzate a livello locale, senza però che sia preclusa la possibilità di apportare modifiche in base alle specifiche necessità.
Ciò consente a ciascun singolo sito di poter localmente adattare i progetti, pur continuando ad avere accesso alle risorse che sono rese disponibili a livello centrale.

Con il nuovo modulo Perspective i client di visualizzazione sono dunque leggeri e veloci. Ciò consente a operatori e supervisori di poter implementare il numero di client di cui necessitano senza vincoli, per visualizzare i dati in tempo reale e in ogni dove.

La velocità di risposta dei client si deve all’architettura di Ignition 8, che non utilizza la tecnica del polling, il che riduce il carico di rete e delle CPU. Ciò consente di utilizzare contemporaneamente fino a 200 client.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome