Controffensiva di Ascend sulle Tlc

Anche Ascend ha deciso di investire pesantemente nell’integrazione fra trasmissione dati e reti telefoniche. Risale a pochi giorni fa l’accordo che lega il produttore a Hewlett-Packard nello sviluppo di nuove soluzioni in ambito Csn (Carrier Signaling …

Anche Ascend ha deciso di investire pesantemente nell'integrazione fra
trasmissione dati e reti telefoniche.
Risale a pochi giorni fa l'accordo che lega il produttore a Hewlett-Packard
nello sviluppo di nuove soluzioni in ambito Csn (Carrier Signaling Network)
Ss7 (Signaling System 7). Obiettivo: risolvere i problemi di congestione
nelle trasmissioni Internet riducendo al tempo stesso i costi legati alla
trasmissione sulle reti telefoniche.
L'accordo fra le due aziende riflette le rispettive competenze nell'ambito
delle reti geografiche (Ascend) e dei network intelligenti Ss7 (Hp). La
nuova architettura di rete che dovrebbe scaturire dall'accordo sarebbe in
grado di ottimizzare il routing del protocollo Ip sulla rete telefonica
tradizionale.
Ascend sta attraversando una fase positiva, che si deduce tanto dal lancio
di nuovi prodotti quanto dai più recenti risultati finanziari. Il primo
trimestre del 1998 (che si è concluso il 31 marzo scorso) ha fatto
registrare una crescita nel fatturato pari al 4,3%, superando i 305 milioni
di dollari. Anche l'utile netto p cresciuto (+10,1%), raggiungendo quota
52,4 milioni di dollari. E la filiale italiana dell'azienda sta giocando un
ruolo non indifferente. Risale infatti a poche settimane fa l'accordo con
Infostrada, che prevede la fornitura da parte di Ascend di tutte le
attrezzature che consentiranno agli utenti del provider italiano di
navigare su Internet alla velocità di 56 Kbps (per mezzo di modem
compatibili con il nuovo standard V.90).
Ma le novità non mancano nemmeno sul versante dei prodotti. Ascend ha
infatti annunciato due nuovi software della linea Navis, che si indirizzano
agli amministratori delle grandi reti geografiche.
Uno di questi è il gateway Navis Customer Network Manager (Ncnm), un tool
che consentirà agli utenti aziendali di tenere costantemente sotto
controllo le proprie reti private virtuali a partire da una stazione di
lavoro desktop. Il secondo tool si chiama Navis Service Level Agreement
Reports e fornisce agli utenti la possibilità di prendere visione delle
analisi statistiche relative ai livelli di servizio concordati con il
provider della rete di comunicazione che utilizzano.
Infine, sempre sul versante dei prodotti, va segnalato l'arrivo sul mercato
di una nuova serie di schede chiamate Mobile Data-Gsm, che consentono di
ricevere chiamate digitali provenienti da telefoni cellulari digitali. Le
schede utilizzano il protocollo V.110 e sono in grado di garantire il
trasferimento di dati agli utenti mobili alla velocità di 9.600 Bps. Un
contratto di notevoli dimensioni per l'acquisto di queste nuove scheda sta
per essere firmato dal carrier europeo Telia.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here